Cinema, al padovano Marco Pettenello il David per la miglior sceneggiatura non originale

Marco Pettenello posa per i fotografi sul red carpet del Premio David di Donatello

Premiato per  quella di “Lontano lontano” scritta insieme a Gianni Di Gregorio, regista del film

PADOVA. Lo ha dedicato a Carlo Mazzacurati, il suo maestro. Marco Pettenello vince il David di Donatello per la miglior sceneggiatura non originale di “Lontano lontano” scritta insieme a Gianni Di Gregorio, regista del film. Padovano, come Parthénos, la casa di distribuzione di “Lontano lontano” (in programmazione su Rai 3 venerdì sera), Marco Pettenello era stato candidato una prima volta ai David nel 2008 proprio per la sceneggiatura del film diretto da Mazzacurati “La giusta distanza”.

Una dedica speciale anche per il premio David giovani attribuito a “18 regali”: il regista Francesco Amato, nel ritirare il riconoscimento, lo ha dedicato a Elisa Girotto, la mamma trevigiana che prima di morire a soli 40 anni aveva lasciato 18 regali per la figlia di pochi mesi, uno per ogni suo compleanno fino alla maggiore età. Un ringraziamento esteso anche al marito di Elisa Girotto, Alessio Vicenzotto, che ha collaborato alla stesura della sceneggiatura.

Video del giorno

Cumuli di immondizia e rifiuti ingombranti abbandonati all'Arcella

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi