La Fenice riapre nel segno dei giovani

Torna la cultura. Ha riaperto ieri alle 19 il Gran Teatro La Fenice. E il primo concerto è stato tutto per loro, i giovani. Duecento spettatori under 30 che applaudono entusiasti e quasi increduli del privilegio ricevuto. Belli, educati, rispettosi delle regole. «Abbiamo deciso di cominciare con loro», dice il sovrintendente Fortunato Ortombina, «perché in questi mesi sono stati i più penalizzati».

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi