Strukul e Ferracin insieme per raccontare Paganini Un podcast in dieci puntate

“Paganini non ripete”: una frase che è diventata un modo di dire, ma che prima ancora racchiude tutto il genio e dà l’idea della eccezionale esperienza che doveva essere ascoltare il Maestro dar voce al suo violino, il Guarnieri Del Gesù. Ma il grande virtuoso ora è disposto a concedere infiniti bis della sua vita e musica grazie alla nuova serie audio Audible Original “Paganini” che lo scrittore padovano Matteo Strukul ha realizzato con Francesco Ferracin scrittore veneziano che vive a Berlino, in collaborazione con Goodmood e in esclusiva su Audible.

In una ridda di sfide, intrighi, amori e tradimenti, la serie audio in 10 episodi da 60 minuti riporta al pubblico uno dei più straordinari musicisti della storia, esaltandone l’aura di bello e dannato e celebrandone l’infinita grandezza interpretativa con un racconto che incrocia l’avventura picaresca di Barry Lindon con il respiro ottocentesco dei romanzi di Honoré de Balzac; le atmosfere passionali di “Le relazioni pericolose” di Choderlos de Laclos con la carica decadente del Gattopardo.


A raccontare agli ascoltatori con un lungo flashback la sua storia è lo stesso Paganini che, vecchio e ormai malato, torna con la mente agli anni della sua giovinezza.

Tutto ha inizio a Genova, città natale del violinista, in una notte d’inverno del 1789. A seguito di un patto stipulato con il diavolo dal padre, Niccolò Paganini diventa fin da piccolissimo il più grande violinista di tutti i tempi. Il mito vuole che lo stesso violino, il Guarnieri Del Gesù, fosse il dono del Maligno e che allo strumento e alla musica Niccolò abbia consacrato l’intera sua vita in ragione dell’antico accordo stretto dal padre.

Per cercare di sfuggire al suo destino, Paganini cerca rifugio nell’amore e negli eccessi. Ma nessuna storia e nessuna droga sembra abbastanza forte da poterlo svincolare dalle corde del suo strumento. Il patto con il demonio lo obbliga a fare musica con la cieca determinazione di uno schiavo. Neppure il fascino della corte di Lucca e le sue relazioni con le sorelle di Napoleone Bonaparte, Elisa Baciocchi e Carolina Borghese, riusciranno ad allontanarlo dal suo violino.

Nella serie audio gli ascoltatori seguono Paganini in incredibili avventure che lo vedranno in pericolo di vita in un duello, condannato al carcere, sul palco della Scala con il virtuoso francese Charles Lafont in una sfida musicale che lo vede trionfare e lo consacra alla storia della musica come il più grande violinista di tutti i tempi. Saranno con lui anche sui colli Euganei, quando incontra una sua fan d’eccezione, Mary Shelley, e decide di esiliarsi in una baita del Tirolo per preparare il suo grande ritorno sulle scene.

«Scrivere con Francesco Ferracin questa serie audio sul grande Niccolò Paganini è stata una sfida straordinaria» dice Strukul, che con i suoi romanzi storici, a partire dalla serie dei Medici con cui ha vinto il premio Bancarlla, ha dato nuova vita a un genere. «Da sempre volevo misurarmi con un linguaggio nuovo e affascinante. Tanto più per omaggiare il più grande violinista della storia, così continuando nel mio percorso letterario volto a celebrare la cultura, l'arte e la bellezza italiana nel mondo» aggiunge. Strukul è tradotto in venti lingue per quaranta Paesi del mondo. Il podcast contiene le dieci puntate: La Lanterna; La Maledizione; Amor Folle; Per Elisa; Paolina Bonaparte; L’Ussaro; Angiolina; In Prigione; Il Duello e Mary. —



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi