Voci, realtà e invenzione in una coloritura gotica