Il bello e la bestialità in un paradosso estetico «Amo le figure al limite, nel bene e nel male»

Andrea Tarabbia è Premio Selezione con “Madrigale senza suono”: «In fondo è la vita di un matto intervallata dai commenti di un altro matto»