Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Padova, una gara spaziale per i genietti del liceo Fermi e i loro robottini

Dieci studenti sfidano il mondo nella finale nel concorso lanciato da Mit e Nasa

PADOVA.

Il liceo scientifico “Enrico Fermi” di Padova è pronto ad affrontare una nuova sfida spaziale. Due squadre, composte da una decina di studenti dell’istituto, assieme ad altre 10 scuole italiane, competeranno nella finale della gara internazionale Zero Robotics organizzata dal Mit (Massachusetts Institute of Tecnology) di Boston e dalla Nasa.

la competizione

Ma cos’è Zero Robotics? È una competizione in cui studenti delle scuole superiori di tutto il mondo programmano piccoli robot per v ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA.

Il liceo scientifico “Enrico Fermi” di Padova è pronto ad affrontare una nuova sfida spaziale. Due squadre, composte da una decina di studenti dell’istituto, assieme ad altre 10 scuole italiane, competeranno nella finale della gara internazionale Zero Robotics organizzata dal Mit (Massachusetts Institute of Tecnology) di Boston e dalla Nasa.

la competizione

Ma cos’è Zero Robotics? È una competizione in cui studenti delle scuole superiori di tutto il mondo programmano piccoli robot per volare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). I robot, chiamati Spheres, sono stati ideati e costruiti dai ricercatori nel laboratorio dei sistemi spaziali del Mit. Grossi quanto un pallone da basket ruotano e navigano nello spazio sotto la supervisione di un astronauta. Dopo una preselezione, giocata in simulazione sulla piattaforma web del Mit tra 150 squadre di diversi continenti (25 quelle italiane ammesse), i gruppi del Fermi sono entrati a far parte dei team finalisti, suddivisi in 14 alleanze internazionali da tre formazioni ciascuna. Di più, perché le delegazioni del liceo padovano saranno a capo di due alleanze.

la prova decisiva

La finale di Zero Robotics è fissata per il 28 gennaio: l’Università di Alicante (Spagna) ospiterà il raduno delle scuole europee che assisteranno insieme alla diretta streaming dell’atto conclusivo in orbita sull’Iss. Non è la prima volta che il Fermi arriva fino in fondo: in otto edizioni i vari ragazzi, guidati dal professor Renato Macchietto, sono giunti alla finalissima in ben sette occasioni.

il prof di fisica

«Anche quest’anno ci presentiamo all’appuntamento decisivo con due squadre», rileva il docente di matematica e fisica, Macchietto«Una formata da sei ragazzi esperti, che ha inglobato uno studente delle classi prime, un’altra composta da cinque studenti più giovani. I “Senior” lavorano assieme a una squadra americana e romena, mentre i più giovani con un altro team americano e gli studenti di una scuola di Santhià della provincia di Vercelli. Sono tante le squadre italiane ad aver agguantato la finale di Zero Robotics, segno che abbiamo dei giovani talento nel nostro paese. Gli studenti del Fermi hanno lavorato assieme già da settembre non solo con la presenza pomeridiana in aula, ma anche a casa di sera davanti al pc».

Il Fermi si è qualificato per la finale strappando la nona e decima posizione. Un risultato di tutto rispetto, a riprova della tradizione favorevole di cui gode il liceo di corso Vittorio Emanuele II. Il gioco per la finale, denominato Eco-Spheres, è legato al problema dei detriti spaziali e dei satelliti in tilt. —