Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tante vite spese per una sola città con un percorso indimenticabile

l’interventoGIULIANO SEGREDall’affollamento di memorie e di sentimenti emergono quelli minori, che non vi è penna che possa scrivere, e quelli maggiori che saranno invece scritti nella storia. Perché...

l’intervento

GIULIANO SEGRE

Dall’affollamento di memorie e di sentimenti emergono quelli minori, che non vi è penna che possa scrivere, e quelli maggiori che saranno invece scritti nella storia. Perché Cesare ha percorso una strada che non potrà essere dimenticata. Non solo a Venezia, patria amata, studiata, richiamata nelle azioni e nei progetti, vista con occhi critici nelle figure di chi ne ha assunto a svariati livelli la rappresentanza, e tuttavia sempre positivamente presente nel suo pen ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

l’intervento

GIULIANO SEGRE

Dall’affollamento di memorie e di sentimenti emergono quelli minori, che non vi è penna che possa scrivere, e quelli maggiori che saranno invece scritti nella storia. Perché Cesare ha percorso una strada che non potrà essere dimenticata. Non solo a Venezia, patria amata, studiata, richiamata nelle azioni e nei progetti, vista con occhi critici nelle figure di chi ne ha assunto a svariati livelli la rappresentanza, e tuttavia sempre positivamente presente nel suo pensiero dedicato all’agire collettivo. Quel territorio che gli diede i natali a Dolo e che ha ricevuto la prima vera lettura innovativa dopo la grande alluvione del 1966, elaborata da un gruppo sempre più ampio di giovani politici e accademici che il futuro editore - già autore con Cacciari di un percorso culturale espresso da “Angelus Novus” - seppe poi sempre valorizzare e accompagnare nelle analisi successive rendendola ancora presente nella politica veneziana.

Nel pensiero che cresceva con la presenza politica del fratello Gianni e in concordanza con i maggiori esponenti di quello che oggi chiameremmo l’establishment veneziano, ma che allora esisteva davvero cooptando in sé anche Cesare, la città di Venezia usciva dall’autocompiacimento della sua antica storia e dei suoi capolavori per prender posto nel mondo come area urbana complessa e non più solo “regina dei mari”, ma attenta a un territorio capace di crescere nel mondo contemporaneo. A quella città Cesare dedicò alcuni sprazzi di attenzione amministrativa pubblica, ma soprattutto molto della sua attività di editore, dedicata a Venezia nelle forma più varie, ma tuttavia essenzialmente moderne, fino alla grande pubblicazione del ripresa aerea della forma geografica di Venezia e della laguna, capitolo stabile per la storia futura.

La modernità era la chiave interpretativa del pensiero di Cesare: l’Università gliene diede merito accademico al massimo livello ed egli rimase fedele alla Universa Universis Patavina Libertas, seguendo le scelte dei suoi maestri; il mondo della produzione lo vide insediare in Venezia la casa editrice, individuata sovente come l’unica attività industriale nel centro storico, e la maggiore onorificenza di merito prevista per il mondo imprenditoriale gliene diede atto, forse tardi ma con ampio consenso nazionale, rispecchiato nella vicenda societaria della casa editrice ora in piena efficienza; il mondo della cultura letteraria lo ha sempre accolto fra gli autori moderni, attenti alle generazioni recenti e fiducioso in esse, anche nella produzione internazionale; il mondo degli assetti culturali lo ha visto promuovere attività nelle occasioni museali ed espositive che hanno dato al territorio accoglienza di grandi numeri promuovendo la crescita di ambiti monumentali.

A tutte queste vite di Cesare De Michelis dobbiamo rispetto e ringraziamento: Venezia le ha vissute con lui e la memoria ne resterà con evidenza. —