Mobilità
Il vecchio scooter si trasformerà in elettrico

Il vecchio scooter si trasformerà in elettrico

Arriva dalla startup tutta italiana Talet-e il progetto di cambiare il mondo della mobilità sostenibile: un kit elettrico universale - costa 2000 euro - adattabile a ogni scooter, per trasformarli a zero emissioni

3 minuti di lettura

Tirate fuori i vecchi scooter dai garage: possono rinascere a nuova vita con il kit che li trasforma in mezzi elettrici. E’ questo il progetto che arriva dalla startup tutta italiana, la Talet-e che propone  un propulsore elettrico universale a potenza variabile per convertire qualsiasi scooter in elettrico, batterie più leggere e performanti, 4 modelli di business per favorire la transizione energetica.

Partiamo da questi numeri: in Italia il 72% degli scooter ha più di 10 anni, con il 43% dei veicoli Euro 0 o Euro 1: il ricambio degli scooter è lento e “termico”, anche a causa della scarsa attrattività e convenienza del settore e-scooter. E si stima che solo a Roma circolino 500mila scooter, un parco veicoli considerevole che inquina perché generalmente molto vecchio. E partendo dal presupposto che le due ruote producono 73 gr di CO2 per km/passeggero, stimando a 10.000 km la percorrenza media dei 500mila scooter romani, per 73 gr di CO2 emessi al km, ecco che solo a Roma gli scooter emettono 375.000 tonnellate di CO2. Ed è qui che Talet-e fa la sua proposta.

Ossia un retrofit – disponibile dal mese di aprile – dedicato agli scooter a motore a scoppio: una “Piattaforma Elettrica Universale Talet-e” (Peu-T) studiato apposta per una facile installazione sui principali modelli di scooter termici oggi in circolazione ma già pronta per essere utilizzabile dalle Oem (original equipment manufacturer, ossia i produttori di apparecchiature originali) che vorranno offrire ai propri clienti un motoveicolo elettrico.

 Un’innovazione resa possibile dalla nuova legge: fino a oggi mancava formalmente un riferimento normativo che consentisse l’installazione di motori elettrici e la relativa omologazione per le due ruote, dando una seconda vita allo scooter. Lo scorso 16 settembre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto n.141 del 26 luglio in vigore dal 1° ottobre 2022. Il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile ha esteso la possibilità di effettuare il retrofit alla categoria L, permettendo di fatto di trasformare la propulsione in elettrico e procedere poi alla ri-omologazione del mezzo, con un libretto di circolazione aggiornato.

La tecnica

“La Piattaforma Elettrica Universale Talet-e (Peu-T) – spiegano i tecnici - è un nuovo standard universale: progettata per essere installabile ed applicabile su tutte le tipologie di scooter termici dai 50cc ai 400 cc, a prescindere dal marchio. Questa è la grande rivoluzione di Talet-e, che grazie al suo motore elettrico a dimensionamento variabile Talet-e (Sdv-T) e al suo sistema di applicazione universale (Uma-T), potrà essere adeguato e regolato su qualsiasi scooter già in circolazione. La Peu-T è composta da un motore elettrico trifase a magneti permanenti, modulabile da 4 a 14kW, un controller di potenza, un Master Vehicle Control, una Control APP che permette di gestire la configurazione del veicolo, selezionare diverse mappe di utilizzo, visualizzare lo stato d'uso, effettuare la diagnosi e prenotare ricariche delle batterie”.

L’energia

Chi conosce bene i mezzi elettrici sa che il cuore (o il problema…) sono sempre le batterie. Per questo Talet-e si è concentrata sulla realizzazione di un accumulatore fisso e fino a due estraibili grazie al nuovo Sistema Innesto Universale brevettato. Ciascuna batteria da 1,5 kW ha una formula avanzata al litio ferro fosfato, che si è rivelata particolarmente adatta per la mobilità, grazie alla particolare stabilità, l'elevata sicurezza e la bassa tossicità.

Le batterie, fatte su misura per Talet-e poi sono più leggere di circa il 20% rispetto a quelle oggi in uso, saranno ricaricabili in meno di 2 ore sulle colonne pubbliche o in casa in meno di 5 ore con carica batteria Talet-e. Sono progettate per supportare 3000 cicli di ricarica (pari a circa 8 anni di ricariche giornaliere) e la loro autonomia completa è stimata a piena carica in circa 140km di percorrenza. Le batterie estraibili, invece, utilizzabili anche singolarmente sul veicolo, potranno essere utilizzate anche come fonte di ricarica per la batteria fissa durante la marcia e garantire la massima tranquillità di autonomia al conducente. Talet-e ha avviato la procedura di brevetto della Peu-T, incluso appunto il pacco Batterie Universale e il sistema di estrazione.

La strategia

“In una economia che deve necessariamente recuperare e non sprecare – spiegano a Talet-e - invece di mandare in pensione uno scooter che funziona ancora bene, ma inquina, gli si può dare una vera e propria seconda vita attraverso la Peu-T, che verranno completamente trasformati e ovviamente ri-omologati, rispettando tutti gli standard normativi e soprattutto l’ambiente. E la nostra innovazione si estenderà anche per i processi di vendita. Tutto il procedimento di retrofit, disponibile nella prima metà del 2023, sarà prevalentemente digitale e dotato di passaggi comodi e semplici, per la vendita, gli appuntamenti con le officine e l’eventuale assistenza. Per il montaggio e la consegna dello Scooter ricondizionato, con nuovo libretto di circolazione, si procederà tramite una rete di centri Talet-e ambassador nelle maggiori città, una rete di Officine Autorizzate a copertura dell’intero territorio nazionale e un Flagship store a Roma”.

 

I prezzi

Il costo della conversione è di 2000 euro più montaggio di circa 200 euro a seconda del mezzo, dando anche la possibilità di spalmare il prezzo del retrofit su due anni, così da non pesare sulle tasche dell’acquirente. Infatti, per convertire uno scooter si potrà contare su una forma di pagamento rateizzata stimata attorno alle 95 euro mensili. Meno di un comune abbonamento di scooter sharing cittadino. Oltre a Talet-e Conversion (il retrofit sugli scooter privati usati), Talet-e ha identificato altri 3 business principali da sviluppare con la sua Peu-T, così da dare una risposta precisa, incisiva e soprattutto economica alla conversione elettrica. Eccoli nel dettaglio:

 

I servizi

Non solo kit di conversione, ma anche una rete di servizi: questo è quello che si è immaginato per i nuovi clienti. Così è stato messo a punto Talet-e Way che propone un servizio rivolto alle aziende produttrici di scooter intenzionate ad ampliare da subito la propria offerta con una versione elettrica aggiuntiva dei loro attuali modelli termici. E poi il Talet-e Services che propone soluzioni di trasformazione all’elettrico ad aziende dotate di flotte oppure ad amministrazioni locali, puntando a partecipare attivamente alla conversione smart della mobilità urbana.