Colpo del Padova, riportato all’ovile il talento Igor Radrezza

Il centrocampista, cresciuto nel vivaio biancoscudato, è esploso nella Reggiana. Stasera all’Euganeo il test con lo Spezia

Certe favole calcistiche conoscono ancora il lieto fine. In attesa della riposta sul campo, la piazza biancoscudata si accede per l’acclamato ritorno di Igor Radrezza. È tutto fatto per l’acquisto del 29enne centrocampista della Reggiana, che tornerà a vestire la maglia del Padova otto anni dopo il suo addio. Oggi dovrebbe arrivare l’ufficialità e il giocatore firmerà un contratto biennale. Arriva a titolo definitivo, con il Padova che dovrà corrispondere un indennizzo alla società emiliana soltanto in caso di promozione in Serie B.

È questo il colpo che si aspettavano tutti dopo la traumatica cessione di Ronaldo, volato la settimana scorsa al Vicenza. In primis se lo aspettava lo stesso Radrezza, il vero artefice di questo trasferimento.

È stato proprio il talento originario di Due Carrare a premere per tornare a vestire la maglia del Padova, chiedendo alla Reggiana di poter partire e al suo procuratore di fare di tutto per farlo sbarcare all’ombra del Santo. Classe 1993, Radrezza è cresciuto nelle giovanili del Padova fino ad approdare in prima squadra. L’esordio in Serie B era arrivato nel 2011, ad appena 18 anni, con Alessandro Dal Canto in panchina. Dopo il prestito al Castiglione era tornato in biancoscudato, ma fece in tempo a giocare appena tre partite prima di essere messo ai margini della rosa e finire svincolato dopo il fallimento sportivo della società nel 2014.

Quindi è ripartito dalla Serie D, è cresciuto ma soprattutto ha arretrato il raggio d’azione, passando da trequartista a centrocampista centrale in grado di giocare sia davanti alla difesa che come mezzala. A Reggio Emilia è esploso nell’ultimo triennio, conquistando da protagonista la promozione in Serie B nel 2020 e arrivando anche a vestire la fascia di capitano. Se non ci dovessero essere intoppi, Radrezza è atteso già questa sera sugli spalti dello stadio Euganeo per assistere all’amichevole contro lo Spezia e salutare i tifosi.

L’EVENTO. Si svelerà oggi, infatti, il nuovo Padova di mister Bruno Caneo. Dopo le due settimane di ritiro a Rivisondoli lontano dalla gente e della città, stasera alle 20:30 i biancoscudati affronteranno lo Spezia per l’ultimo test prima dell’esordio in Coppa Italia contro il Bari. C’è grande curiosità per conoscere la nuova squadra, che si è allenata alla Guizza per la prima volta soltanto ieri con una doppia seduta mattina e pomeriggio.

Il tecnico confermerà l’ossatura tattica impostata nelle prime due uscite contro i dilettanti abruzzesi e la squadra si disporrà con il 3-4-2-1. Ci sarà ancora spazio per i giovani, visto che ci sono diversi acciaccati e non saranno della partita i vari Zanchi, De Marchi, Kirwan e Busellato. Prima dell’amichevole verrà presentata la nuova rosa al pubblico, anche se gli spalti dovrebbero essere mezzi vuoti. A ieri sera, infatti, erano stati venduti meno di 300 biglietti, tra i quali una decina di ospiti. I tagliandi sono disponibili sul circuito Vivaticket (nei punti vendita e online ma non allo stadio) fino a questa sera, con i prezzi che vanno dai 25 euro delle Poltrone ai 10 della Tribuna Est.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un inferno di fiamme: i russi cancellano totalmente un quartiere con armi termobariche a Piscky

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi