Rugby, Italia in Portogallo, l’Under 20 a Treviso e la A a Cape Town contro la Namibia

Stasera a Verona partono le Summer Series, Crowley guida il tour europeo e Troncon testa gli Emergenti

Tre Nazionali in campo fra venerdì 24 e sabato 25 giugno: la Maggiore in tour ospite a Lisbona sabato 25 a Lisbona (ore 18, diretta Sky), i baby iniziano al Monigo (youtube Worldrugby e sito Fir dalle 20) contro la Georgia, Troncon all’esordio nel mintour africano contro la Namibia (venerdì 24 ore 16.30 senza copertura tivù). Ma andiamo con ordine.

Crowley a caccia di alternative in regia.

Non ce ne voglia il Portogallo che domani (ore 18, diretta Sky) ospita l’Italia a Lisbona, prima tappa dell’inedito tour europeo, ma ieri all’annuncio della formazione da parte del ct Crowley, già con le valigie in mano per la partenza della comitiva, s’è parlato poco della nazionale lusitana (peraltro capace di un 25-25 a Tblisi a febbraio) perché appare chiaro che il primo dei tre test-match (poi Romania primo luglio, Georgia 10 luglio) sia quello deputato ai maggiori esperimenti in vista dell’obiettivo principale.

Anzi i primi due test servono a Crowley per fare poi sintesi dei titolari nella partita di Batumi che deve fissare la distanza fra l’Italia e la prima delle escluse dal Sei Nazioni, dominatrice della Coppa Europa da molte edizioni e (fino al trionfo di Cardiff di Capuozzo e soci) indicata come candidata in un’ipotesi di retrocessioni e promozioni fra i due tornei.
Poi superata dall’avanzata della candidatura del Sudafrica (presente già in Urc e ora nelle Coppe europee) e dal “risveglio” azzurro fra Under 20, Emergenti e Maggiore con 100 giocatori in campo questo weekend.
 

Un XV titolare più “zebrato” rispetto al 6 Nazioni con l’Italia composta dal 90% di convocati della Benetton. Treviso comunque ne ha 8 nei primi XV.
Eccolo: Capuozzo; Trulla, Brex, Marin, Padovani; Da Re, Fusco; Giammarioli, Lamaro (c), Pettinelli; Zambonin, Sisi; Ferrari, Faiva, Fischetti. A disposizione: Lucchesi, Traorè, Neculai, Fuser, Ruzza, Zuliani, Albanese, Zanon. Con quattro esordienti in arrivo da A e Under 20: Da Re in regia all’apertura, Zambonin in 2ª, il pilone Neculai e il mediano Albanese dalla panchina.
Torna Giammarioli a numero 8 due anni dopo la partita contro gli All Blacks. Giocatore molto tecnico non sempre fortunato. Ai centri Marin e Brex fanno coppia fissa per la quarta volta.

«Per Renato Giammarioli - ha detto Crowley parlando delle novità di giornata - una nuova opportunità. Come per Giacomo Da Re (finale con Rovigo e Urc con Benetton) visto che Paolo Garbisi è impegnato con la finale in Francia e Tommy Allan (altro richiamato nel gruppo) rientrato da poco dalla Premiership. Ho tanta fiducia in Giacomo per come ha giocato con la Benetton. Per l’assenza di Ioane ho scelto Trulla all’ala sinistra (Capuozzo inamovibile estremo) che torna dopo due anni, convocato da Franco Smith».

Questione mediani di mischia in cerca del titolare verso il Mondiale di Francia: tre in tour dopo l’addio di Braley e la “paralisi” di Varney. Avranno tutti e tre (Fusco, Albanese, Alessandro Garbisi sottratto all’Under 20) una partenza da titolare, stesse opportunità?
«Diciamo che nelle prime due partite - continua Crowley - utilizzeremo tutti i giocatori, faremo molti cambiamenti, poi a Batumi faremo la sintesi contro la Georgia. Fusco ha più esperienza, rispetto Garbisi e Manfredo Albanese».

La questione dei mediani si presenterà a breve se ad esempio le Zebre federali dovessero proporre una “cerniera” tutta straniera: «Sì è un questione da affrontare - ammette il ct azzurro – lo tratteremo con Smith. Dobbiamo avere il maggior numero almeno eleggibili nei ruoli importanti».
E infine lo sguardo al Portogallo , Nazionale di rango nel Sette ma mai emersa nel XV e il 20° nel ranking non aggiunge molto. Però nella lista dei 30 del ct Patrice Lagisquet (indimentica ala dei Bleus), la metà esatta gioca in Francia fra Top 14 e ProD2 e lo stile quello di un rugby di corsa (per osmosi di Sette e ct francese): «Sono molto veloci - dice Crowley - muovono la palla e giocano». Farli soffrire nelle fasi statiche è la tattica con cui l’Italia dovrà marcare la differenza.

Massimo Brunello alle prese con 10 maturandi inizia le Summer Series a Treviso

Chiamatelo “festival” se volete, come nelle intenzioni della World Rugby tanto che non è previsto nemmeno il “man of the match”, la classifica dei primi tre turni delle Summer Series al via oggi a Verona (Inghilterra-Sudafrica alle 17 e Francia-Irlanda alle 20) serve a fissare le sfide finali del 12 luglio al Monigo, ma state certi che se l’Italia dovesse arrivare a giocarsi il primo posto non passerebbe innosservato. Diciamolo subito per via di due gironi da 4 usciti non equilibrati visti i recenti risultati.

Venerdì 24 intanto il ct Massimo Brunello annuncerà il XV in campo sabato 25  a Treviso con i baby della Georgia.
Tutti i match sono trasmessi in diretta sul canale Youtube di Six Nations Rugby U20, l’Italia pure su federugby.it.

Questo colpo di coda della stagione giovanile a sostituire l’ennesima edizione del Mondiale saltata per Covid (nell’emisfero Sud si gioca un torneo gemello con altre 8) dirà molto sulla gerarchia europea uscita dal 6 Nazioni con allargamento a Georgia e Sudafrica.
 

L’Italia si presenta con lo stesso gruppo arrivato quarto (differenza punti sull’Inghilerra terza) ma con tre vittorie per la prima volta fra cui quella sul XV della Rosa.
L’Under 20 irripetibile dei nati nel 2002-03 guidata da Massimo Brunello paga pegno alla Maggiore (dopo Menocello e Marin inamovibili, ora Alessandro Garbisi), in parte alla maturità scolastica con dieci giocatori fermi per i due giorni di esami scritti (Rizzoli, Passarella, Mey, Bozzoni, Lavorenti, Bartolini, Gesi, Pani, Rubinato e Sante) rientrati ieri in campo, agli infortuni (capitan Ferrari) e vede selezionati ragazzi pure del 2004. È più o meno quello Sei Nazioni, dove ha messo sotto oltre gli inglesi, anche Scozia e Galles che con la Georgia completano il girone B dell’Italia.

Le prime tre del 6 Nazioni (Irlanda, Francia, Inghilterra più gli Springboks) sono inserite nel girone di ferro, spettacolare per le sfide proposte, che si gioca a Verona (e si vedrà pure se la città scaligerà saprà rispondere con il pubblico a un menu ambito da piazze dal pubblico affezionato all’Azzurro come Padova e Rovigo) dove la pool A vede oggi in campo Inghilterra e Sudafrica (ore 17) e Francia Irlanda ( 20) con biglietto unico a 30 euro.
 

Prezzi da 20 a 30 euro a seconda delle tribune domani al Monigo di Treviso dove il primo turno mette di seguito Scozia-Galles alle 17 e Italia-Georgia alle 20. Secondo turno il 29-30 giugno (Scozia-Italia), terzo martedì 5 -6 luglio (Italia-Galles) e le quattro finali incrociate (quarte, terze, seconde e prime) dalle 12 alle 21 del 12 luglio a Treviso.
 

Brunello ha scelto il capitano del torneo, la terza linea Ross Michael Vintcent, in sostituzione dell’infortunato Ferrari. Il flanker è di origine sudafricana, nato a Johannesburg, ma di nonno era siciliano. Godiamoci un torneo che lotterà con il caldo «Ma quello c’è per tutti» afferma Brunello «Il problema è un altro. Abbiamo 10 ragazzi all’esame di maturità: l’importanza di questo passaggio è fondamentale, e facciamo il tifo perché sia il più positivo possibile, ma dal punto di vista della preparazione alle gare, diciamo che non è proprio la condizione ideale. Ma sapremo superare anche questa»

Troncon in Sudafrica con emergenti e alcuni ritorni


Cape town (Sudafrica)
Dopo la recente vittoria degli Emergenti per 50-5 sull’Olanda al Battaglini con una formazione quasi tutta da Top 10 (Petrarca-rovigo su tutti), venerdì 24 giugno il ct Alessandro Troncon accompagna l’Italia versione “A” (la differenza è che questa è quella che cattura e vincola all’Azzurro) nel primo impegno del mini tour sudafricano, affrontando la Nazionale della Namibia (numero 24° del ranking) a Cape Town in Sudafrica. Partita fissata venerdì 24 alle 16.30 (stesso fuso dell’Italia) ma nessuna copertura televisiva. Namibia battuta largamente al Mondiale in Giappone e l’obiettivo è replicare anche con i “cadetti”.

Ecco il XV annunciato ieri dal ct:
Biondelli; Bellini, Drago, Lucchin, Gesi S.; Canna, Casilio; Cannone L., Bianchi, Ruggeri; Krumov, Piantella; Alongi, Ribaldi, Spagnolo. A disp. Di Bartolomeo, Buonfiglio, Nocera, Iachizzi, Izekor, Citton, Di Marco, Bertaccini.

Il secondo impegno sarà il 2 luglio contro una Selezione di Currie Cup.
È saltato invece il terzo impegno contro la Spagna (già battuta a Settembre dalla A) per la disputa fra i giocatori e la federazione iberica, come pure l’incontro di Girona contro i Barcelona Diables.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Montalcino, il 'Sì' di Francesca Pascale e Paola Turci: "È una cosa meravigliosa"

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi