L’Italia Emergenti a trazione Petrarchina in campo a Rovigo

Venerdì 10 al Battaglini la “terza” Nazionale versione Top 10 affronta l’Olanda. Diretta ore 20 su Federugby.it

ROVIGO

Nel 1998, un 19enne Mauro Bergamasco (allora un trequarti della giovanile del Petrarca), venne chiamato dal ct Georges Coste  all’esordio nel ruolo di flanker (terza linea ala) contro l’Olanda in un match valido per le qualificazioni al mondiale del ‘99 in Galles. Due settimane dopo giocò titolare contro l’Inghilterra, nella famosa partita “rubata” ad Huddersfield.

Stasera a Rovigo (ore 20, diretta su Federugby.it) torna al Battaglini ,da tanto tempo non più tempio dell’Italia, una formazione Azzurra, quella degli Emergenti, proprio contro l’Olanda (26ª nel ranking) quarto e nuovo avversario nel percorso del ct Troncon (Giazzon e il padovano Marcato gli assistenti) dopo le vittorie autunnali su Spagna, Romania e Uruguay (dal 15° al 19° posto, l’Italia è al 14esimo) in cui si sono messi in evidenza Luca Marin, Pierre Bruno e soprattutto Capuozzo poi protagonista al 6 Nazioni. Uno che pareva metamen buono per il Pro D2 in Francia e invece capace di bissare contro Scozia e risalire il campo contro il Galles per l’assist da estasi di Padovani e di una Nazione intera.

L’Italia Emergenti (diversamente dal passato è la terza Nazionale dopo Maggiore e A e non dà vincolo) è ad alto tasso di Top 10 specie ora a stagione appena conclusa e con i giocatori a “gambe” a pieni giri. Se le scelte di Troncon sulla A spingono verso i giocatorie delle franchigie, qui  è il campionato a fare il pieno. Non  stupisca quindi che  molti siano i  protagonisti della finale di Parma.

A partire dal blocco del Petrarca (8 sui primi 15 titolari, 9 in tutto) fra cui l’intera prima linea di ventenni.

Queste due Nazionali (A ed Emergenti) servono ad allargare la base degli azzurrabili, a mettere in competizione gli azzurri con quelli della Maggiore. Prova ne siano le scelte del ct Crowley durante il Sei Nazioni, con un borsino dei valori individuali che sale e scende in continuazione. Non a caso quest’estate sono tre le nazionali in tour con l’Under 20 delle meraviglie pronta alle Summer Series in casa e che ha già ceduto da mesi (a 18 e 19 anni) in forma stabile Menoncello e Marin alla Nazionale maggiore e ora pure Alessandro Garbisi, mediano protagonista dell’under nel Sei Nazioni (vittorie contro Inghilterra, Scozia e Galles).

Italia Emergenti: Biondelli; Mastandrea, De Masi, Broggin, Gesi S.; Zini, Albanese; Ruggeri (cap), Izekor, Ghigo; Panozzo, Stoian; Hasa, Di Bartolomeo, Spagnolo. A disp. Ribaldi, Leccioli, Swanepoel, Piantella, Meggiato, Citton, Moscardi, Borin

Le dichiarazioni

 

Troncon ammette di non conoscere troppo approfonditamente gli avversari. “Dell’Olanda sinceramente ho visto due o tre partite. È una squadra di rugby che gioca a rugby e per questo merita rispetto da parte nostra, ogni partita fa storia a sé e loro avranno sicuramente voglia di fare bella figura. Noi abbiamo i nostri obiettivi, ci sono ragazzi che giocheranno nelle Franchigie o che sono stati convocati per il tour estivo con la Nazionale Maggiore, elementi positivi che da qui possono fare un salto di qualità”.

Non nasconde l’emozione il Capitano, Davide Ruggeri: “Contro l’Olanda potrò giocare quella che comunque spero non sia la mia ultima partita al Battaglini, una bella occasione per salutare in maglia Azzurra un pubblico che mi ha sempre sostenuto negli ultimi tre anni. La Nazionale Emergenti è un bel progetto, è interessante poter giocare con ragazzi che incontro sempre da avversari durante il Campionato. L’ultima partita per noi è stata contro la Romania, l’obiettivo è di riprendere il nostro percorso da quella vittoria”.

I biglietti per la gara contro i Leoni Orange sono acquistabili in prevendita online su piattaforma Mailticket al link https://bit.ly/ItaliaEmergenti-Olanda o presso la segreteria della Rugby Rovigo. Il giorno della partita, botteghini aperti dalle 19 solo per la Tribuna Est.

ITALIA EMERGENTI, la formazione annunciata:

15 Michelangelo BIONDELLI (Fiamme Oro/Zebre Parma)
14 Edoardo MASTANDREA (Transvecta Calvisano)
13 Andrea DE MASI (Petrarca Padova)
12 Marco BROGGIN (Petrarca Padova)
11 Simone GESI (HBS Colorno)
10 Luca ZINI (Petrarca Padova)
9 Manfredi ALBANESE (Transvecta Calvisano)
8 Davide RUGGERI - CAP (Femi-CZ Rovigo)
7 Alessandro IZEKOR (Transvecta Calvisano)
6 Enrico GHIGO (Petrarca Padova)
5 Nathaniel PANOZZO (Petrarca Padova)
4 Cristian STOIAN (Fiamme Oro/Zebre Parma, 1 cap)
3 Muhamed HASA (Petrarca Padova)
2 Tommaso DI BARTOLOMEO (Petrarca Padova)
1 Mirco SPAGNOLO (Petrarca Padova)

A disposizione:

16 Giampietro RIBALDI (Rugby Viadana)
17 Emanuele LECCIOLI (Femi-CZ Rovigo)
18 Entienne SWANEPOEL (Femi-CZ Rovigo)
19 Nicola PIANTELLA (Femi-CZ Rovigo)
20 Matteo MEGGIATO (Mogliano Rugby 1969)
21 Lorenzo CITTON (Petrarca Padova)
22 Matteo MOSCARDI (Femi-CZ Rovigo)
23 Luca BORIN (Femi-CZ Rovigo)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Si presenta Margherita Colonnello, nuova assessora al sociale a Padova

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi