Il Palermo espugna l’Euganeo, per il Padova si allontana il sogno della serie B

Il gol annullato al Padova

Finisce 0-1 l’andata della finale dei playoff. Decide il match la rete realizzata da Floriano al 10’ del primo tempo. Domenica 12 il ritorno al Barbera

PADOVA. Adesso al Padova servirà l’impresa a Palermo. I biancoscudati perdono 1-0 la finale playoff d’andata in casa contro il Palermo e per guadagnare la promozione in Serie B dovranno per forza vincere al ritorno, la settimana prossima in Sicilia.

Non è bastata la spinta di un Euganeo meraviglioso a Ronaldo e compagni, che non sono mai riusciti a esprimersi al proprio livello. In una serata amara resta l’immagine di uno stadio nuovamente pieno, che ha regalato per tutta la partita, dalla coreografia inziale agli applausi conclusivi, un’atmosfera da grande calcio.

Oddo conferma la difesa a tre e il Padova prende in mano da subito la partita. Ma a passare, al primo affondo, è il Palermo. All’11’ una disattenzione sulla sinistra vede prima Curcio e quindi Gasbarro non riuscire a contrastare efficacemente Valente, che grazie a una serie di rimpalli serve Floriano, lesto a battere a rete da due passi. La gara prende una piega inattesa, il Padova prova a reagire e la prima volta in cui riesce a sfondare, al 27’, l’arbitro annulla per fuorigioco il gol a Bifulco. Poco prima era stato il centravanti ospite Brunori a sfiorare il raddoppio.

Al 31’ arriva l’occasione più clamorosa del primo tempo, con Chiricò che di testa anticipa il portiere in uscita ma si vede salvare il suo tentativo in extremis dalla rovesciata di Marconi. L’Euganeo urla al gol e l’arbitro aspetta il controllo Var prima di far proseguire il gioco, confermando come il pallone sia stato respinto prima che varcasse la linea di porta. Non è stato un Padova brillante nel primo tempo e anche nella ripresa, nonostante la generosità profusa in campo, la formazione di Oddo fatica a costruire trame di gioco pericolose.

Nel finale il Padova prova l’assalto, anche con quattro punte contemporaneamente in campo, ma non va al di là di due conclusioni pericolose di Jelenic e Della Latta dal limite dell’area. Domenica prossima a Palermo i biancoscudati dovranno per forza vincere per conquistare l’agognato salto di categoria.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bambino scomparso a Tambre: ecco il momento del salvataggio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi