Cittadella, che orgoglio: Cassandro toglie la promozione al Brescia

La squadra di Gorini si congeda dal Tombolato battendo 1-0 le rondinelle, ora costrette ai playoff

CITTADELLA. C’era da chiudere in bellezza al Tombolato, e il Cittadella lo ha fatto. In uno stadio in cui si sente solo il tifo bresciano gli uomini di Gorini gelano le “Rondinelle” colpendole con il primo gol in maglia granata di Cassandro. Arriva al 17’ della ripresa e premia una prestazione gagliarda, sua (si è sacrificato sulla fascia sinistra, vista la contemporanea assenza di Donnarumma e Benedetti) e della squadra.

Primo tempo con il Citta che gestisce di più il pallone e col Brescia che non va oltre a un paio di guizzi: l’occasione più grossa capita sui piedi di Beretta, ma Joronen si supera. Nella ripresa il gol giunge a coronamento di una splendida azione corale nata da un’accelerazione di Antonucci.

Poi i lombardi reagiscono e c’è gloria anche per Maniero, ma pure il Citta ha più volte l’opportunità di raddoppiare. Il Brescia vede così sfumare le residue possibilità di promozione diretta e viene contestato dai propri tifosi.

Col Lecce che perde 2-1 a Vicenza (ben 14 i minuti di recupero al Menti dopo l’incidente al portiere del Vicenza, Contini, colpito da un petardo e portato via in barella) non ci sono ancora verdetti né al vertice (salentini, Monza, Cremonese e Pisa sono in corsa per la promozione diretta in A), né in coda, dove il Lanerossi può ancora sperare nei playout.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ferretti Yacht 1000, ecco l'ammiraglia esposta al Salone Nautico di Venezia

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi