Padova, il tredicesimo risultato utile più amaro: 0-0 a Fiorenzuola e addio vetta

Il Sudtirol vince con il Renate e si porta a +7 dai biancoscudati. Nicastro il più combattivo, ma non basta per mantenere vive le speranze di promozione diretta

FIORENZUOLA. Il Padova pareggia a Fiorenzuola e rischia di dire già addio alle speranze di promozione diretta. Perché il Sudtirol continua a vincere, espugna anche il campo del Renate e si porta a più 7 con una partita ancora da recuperare. I biancoscudati, invece, non vanno al di là dello 0-0 e si staccano ancora, forse definitivamente, dalla vetta.

Il primo tempo parte subito a ritmi alti, il Padova è aggressivo e al 10’ Chiricò sfiora il vantaggio con un bolide da fuori di sinistro che, deviato dal portiere, sbatte sul palo. Il Fiorenzuola, tuttavia, ribatte colpo su colpo, viaggia veloce sugli esterni e in un paio di occasioni mette i brividi a Donnarumma.

Con il passare dei minuti l’azione biancoscudata si fa meno incisiva e le occasioni da gol latitano. Al quarto d’ora della ripresa Pavanel prova a mischiare le carte, cambiando modulo e inserendo due punte ravvicinate, Santini e Nicastro, con Jelenic alle loro spalle.

Ma è il Fiorenzuola a costruire le occasioni più nitide, con Donnarumma che al 22’ deve volare per togliere dall’incrocio una sventola di Fracassini dalla distanza.

Il Padova ci prova ma è poco lucido e anche un po’ stanco, Nicastro va due volte vicino alla rete ma negli ultimi minuti mancano anche le forze per tentare l’assalto.

E così il tredicesimo risultato utile di fila è anche il più amaro dell’anno.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crolli sulle Dolomiti. Ecco il distacco dal monte Pelmo. Squadre di soccorso all'opera

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi