Il Padova fermato dall’ultima in classifica: ultras furiosi, parte la contestazione

Gli ultras del Padova in trasferta

Non va oltre l’1-1 contro la Giana Erminio. E il Sudtirol si porta a +6 alla vigilia dello scontro diretto

PADOVA. Il Padova inciampa ancora sul campo dell’ultima in classifica e non va oltre l’1-1 contro la Giana Erminio. Un risultato che da una parte fa imbestialire i tifosi presenti a Gorgonzola che contestano la squadra a fine partita, e dall’altra permette al Sudtirol di accelerare ancora, portandosi a più sei proprio alla vigilia dello scontro diretto.

Il primo tempo del Padova è sconsolante. In un terreno di gioco stretto e gibboso, i ragazzi di Pavanel non riescono mai a mettere in piedi una giocata degna di nota e vengono surclassati dal punto di vista agonistico dagli avversari. La Giana Erminio è molto più compatta, arriva prima su quasi tutti i palloni e riesce a tenere i biancoscudati lontani dalla propria area di rigore. E alla mezz’ora arriva anche il meritato vantaggio dei padroni di casa, che sfruttano un pessimo posizionamento del Padova su un calcio di punizione a favore per scatenare un contropiede velocissimo condotto da Tremolada e concluso da Acella che segna da due passi.

C’è bisogno di una scossa, che arriva nella ripresa anche grazie ai cambi di Pavanel che lancia subito Cissè e dopo un quarto d’ora propone un assetto molto offensivo, sacrificando Ronaldo per Terrani. Al 19’ arriva il pareggio, ancora con Della Latta, che incorna in rete un calcio d’angolo di Chiricò. Ci sarebbe tutto il tempo per trovare la vittoria, il Padova ci prova ma lo fa in modo confusionario, sebbene proprio all’ultimo respiro Ajeti sfiora il raddoppio dopo una mischia in area. Domenica prossima all’Euganeo arriva la capolista Sudtirol in una partita già decisiva per il futuro del campionato.

Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi