Syn-Bios che macchina! Distrutto anche Matera

/ Matera

Quando Rafinha scende in Basilicata si infiamma. Nel pirotecnico 7-1 del Syn-Bios Petrarca in casa CMB Matera è indelebile la firma del folletto brasiliano, capace di segnare quattro reti dopo le tre nel 6-6 dell’anno scorso. Per Luca Giampaolo si tratta dell'undicesima vittoria consecutiva, per un record che viene così rafforzato. Dominio totale, giocate a memoria e tanta consapevolezza: la capolista non ne vuol sapere di arrestare la sua corsa. E mercoledì a Padova arriva il Pesaro...


I padroni di casa partono bene, spaventando un attento Fiuza. Col passare dei minuti i petrarchini prendono le misure e passano dopo circa 4', nell'occasione Victor Mello scarica una fiondata alle spalle di Strippoli. Il CMB accusa il colpo, la manovra ora è gestita dagli ospiti, che mandano in rete Rafinha (9'). Passano 4' ed è ancora il numero 11 ad infilare il portiere lucano. A cinque secondi dalla sirena di metà gara è Parrel a sfruttare un errore avversario in fase di costruzione, stampando il 4-0 dopo i primi 20'. La ripresa è aperta dal delizioso scavetto di Rafinha (0-5), poi i padroni di casa hanno un sussulto d'orgoglio e trovano la rete con Josete. I petrarchini, però, sono una macchina da guerra e ristabiliscono le distanze col poker di uno scatenato Rafinha. Nel finale Victor Mello chiude i conti. —

Video del giorno

Girotto, candidato no vax alle comunali di Padova: progetto di dittatura a tutti gli effetti

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi