L’Inter può già qualificarsi Gara in salita per il Milan

MILANO

L’Inter è padrona del proprio destino. Il Milan invece dipende da infinite combinazioni, che presuppongono una doppia vittoria questa sera con l’Atletico Madrid e fra due settimane con il Liverpool, accompagnata da concatenazioni favorevoli nelle partite del Porto. Un labirinto di calcoli che comprime l’ottimismo.


Decisamente meno impervio il cammino che separa l’Inter dagli ottavi di Champions dopo un decennio di lontananza. È sufficiente sconfiggere, oggi a San Siro, lo Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi, fermo a un punto ottenuto con l’Inter in Ucraina, confidando in una mancata vittoria dello Sheriff Tiraspol in casa col Real Madrid. Così sarebbe addirittura possibile brindare con un turno di anticipo perché diventerebbe ininfluente la trasferta del Santiago Bernabeu nell’ultima giornata del girone.

C’è, però, un sortilegio da spezzare: la striscia di tre 0-0 consecutivi con lo Shakhtar in Champions. Rarissimo a livello europeo, a maggior ragione contro una squadra a propensione offensiva e piena di brasiliani, come i “minatori” arancio-neri. L’Inter però è sospinta dalla ventata di autostima che soffia sulla Pinetina dopo il 3-2 rifilato al Napoli. s. sca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche per l'informazione"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi