Coppa Italia, Padova partita secca all’Euganeo Battere la Viterbese per volare in semifinale

Mister Pavanel annuncia un ampio turnover: «Abbiamo una rosa attrezzata per arrivare fino in fondo al torneo»

Stefano Volpe / PADOVA

Entra nel vivo anche la Coppa Italia di Lega Pro e a questo punto per il Padova diventa difficile sottovalutare l’impegno. Ci sono solo tre partite a separare i biancoscudati da una finale attesa 42 anni e anche il calendario sembra essere favorevole, a cominciare dall’impegno di questo pomeriggio allo stadio Euganeo contro la Viterbese. Si gioca in gara secca, in caso di parità si disputeranno i supplementari ed eventualmente i rigori, chi passa vola in semifinale (con gare di andata e ritorno) contro la vincente di Albinoleffe-Catanzaro che si disputerà oggi alle 14:30.


Dall’altra parte del tabellone si giocheranno, sempre oggi, Teramo-Catanzaro e Fidelis Andria-Piacenza. A vedere le squadre rimaste al Padova è toccato, sulla carta, l’avversario più agevole, visto che la Viterbese occupa attualmente l’ultimo posto nel girone B con 10 punti. È stato un inizio di stagione molto deludente per la formazione laziale, che dopo 7 giornate senza vittorie ha esonerato un grande ex biancoscudato come Alessandro Dal Canto. Al suo posto è arrivato Francesco Punzi che ha leggermente migliorato la situazione ma ha trovato il secondo successo in campionato solo domenica scorsa contro il Gubbio.

Decisamente più in forma il Padova, sebbene mister Pavanel si trovi a fare i conti con diverse assenze. Saber, uscito dopo mezz’ora a Piacenza, ha rimediato uno stiramento al bicipite femorale della coscia sinistra e starà fuori un paio di settimane, puntando a recuperare per il big match contro il Sudtirol. Terrani non ha ancora smaltito la tonsillite, Andelkovic è in convalescenza per il Covid e Ceravolo è rimasto a riposo per un affaticamento.

E visti i tanti impegni che attendono il Padova nel prossimo mese, mister Pavanel darà vita oggi a un ampio turnover: «Chi ha giocato di meno avrà voglia e gamba per incidere e rispondere presente», conferma il tecnico. «Cercheremo di variare i giocatori perché andiamo verso una serie di gare ravvicinate e puntiamo a essere più scientifici possibili nelle rotazioni. Ma ci teniamo molto alla Coppa, vogliamo provare a vincerla perché abbiamo una rosa attrezzata per arrivare fino in fondo».

A qualcuno verrà chiesto di stringere i denti e fare gli straordinari anche perché gli ultimi giocatori recuperati non sono ancora al massimo e partiranno dalla panchina: «Ajeti ha qualche fastidio muscolare e vedremo a gara in corso se farlo giocare. Anche lo stesso Cissè non può ancora permettersi di giocare un tempo intero ma la nostra idea è quella di aumentargli il minutaggio rispetto a domenica. Lo stiamo centellinando, deve abituarsi al rientro ma sta rispondendo bene».

L’allenatore ha convocato due ragazzi del vivaio, il difensore Eddy Cabianca della Primavera e addirittura il giovanissimo centrocampista Jacopo Bacci, classe 2005: «Un giocatore che mi piace molto, vedremo se avrà spazio anche per scendere in campo. La nostra Primavera ha sempre sfornato ottimi elementi e sarà l’occasione per vederli all’opera».

Pavanel rientra in panchina dopo aver scontato la squalifica a Piacenza, esultando dalla tribuna: «Mi è piaciuta molto la squadra al Garilli l’atteggiamento e la voglia di giocare assieme sono stati segnali davvero importanti. Se giocheremo sempre in questo modo avremo la possibilità di vincere tante partite». Attenzione, però, alla Viterbese, che vede nella Coppa lo spiraglio per salvare la stagione: «Hanno accusato alcuni problemi in questo avvio di stagione ma sono stati costruiti per traguardi importanti e contano su giocatori di valore». —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche per l'informazione"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi