Un 2021 superlativo per il ciclismo veneto l’11 dicembre la festa al Crowne Plaza

Il bilancio parla di un titolo olimpico quattro mondiali e venticinque tricolori 

PADOVA

Il 2021 è stato un anno speciale per il ciclismo veneto. Può festeggiare un titolo olimpico, quattro titoli mondiali, due titoli continentali e ben venticinque maglie tricolori. Per chiudere in bellezza una stagione che ha segnato la piena ripartenza del movimento ciclistico veneto, il comitato regionale presieduto da Sandro Checchin, ha fissato per sabato 11 dicembre la festa che concederà un’ultima prestigiosa passerella d’onore a tutti i campioni delle due ruote. Il ritrovo sarà a Padova, all’hotel Crowne Plaza, a partire dalle 15.30 per una giornata nel corso della quale sfileranno tutti i gioielli del ciclismo di casa nostra.


« L’annata appena conclusa ci ha regalato delle grandissime soddisfazioni a livello internazionale e nazionale ma, soprattutto, ha consentito alle nostre società di tornare, gradualmente, alla normalità», ha osservato il presidente, Sandro Checchin, nell’annunciare la festa del prossimo 11 dicembre, «quest’anno, insieme ai nostri campioni, meriterebbero una medaglia tutti quegli appassionati e quelle società che, rispettando i protocolli anti-Covid, hanno dato vita alle manifestazioni che hanno consentito ai nostri ragazzi, e a quelli provenienti dalle regioni limitrofe, di gareggiare con continuità. Siamo stati la prima regione a far ripartire con forza l’attività delle categorie giovanili su strada e su pista e ad allestire un calendario gare ricco di appuntamenti. Il merito è tutto delle nostre società che con amore per le due ruote e con la propria professionalità si sono spese senza risparmiarsi. In vista del 2022 ripartiremo da queste basi per implementare ancora di più la nostra attività» .

A sfilare sul palco, insieme al campione olimpico e campione del Mondo su pista Francesco Lamon, ci saranno anche gli iridati Elia Viviani, Liam Bertazzo e il giovane Samuele Bonetto, laureatosi campione del mondo ed europeo nell’inseguimento individuale tra gli juniores. Gli applausi attendono anche la campionessa europea del Team Relay, Sara Cortinovis e gli altri 90 atleti che compongono la lunga lista dei premiati che comprende anche i padovani Andrea Scarso (Padovani), il tricolore dell’Omnium su pista tra gli allievi, Linda Sanarini (Vo’), campionessa italiana tra le esordienti su strada e su pista, Francesco Bertorelle (Panther Boys), tricolore nell’enduro allievi e Davide Boscaro (Colpack), campione nazionale nel Keirin Under 23. —

Andrea Fin

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche per l'informazione"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi