Petrarca, dopo Rovigo c’è l’ostacolo Colorno Marcato: «Gara da temere»

PADOVA

La vittoria nel derby d’Italia, contro un Rovigo famelico e in vantaggio per quasi tutto il match, ha certificato una volta di più la solidità del Petrarca di Marcato e Jimenez. Al comando del Peroni Top 10 con 32 punti in 7 partite, la squadra di Padova l’ha spuntata di misura sui rivali di sempre, per 27-25, aggiudicandosi un confronto poco spettacolare ma agonisticamente elevato. Dietro i tuttoneri rosicchia punti il Valorugby Emilia, ora a 5 lunghezze dopo il successo con bonus sulle Fiamme Oro. Con le partite giocate domenica la classifica del massimo campionato si è ampliato il divario tra la prima e la coppia al quarto posto, composta dal XV della Polizia di Stato e dal Rovigo con 16 punti. I rossoblù campioni d’Italia devono però recuperare una partita, proprio come Calvisano (sesto a quota 14) e l’Hbs Colorno, grande sorpresa di quest’inizio stagione.


Proprio i parmensi allenati da Casellato, terzi con 20 punti, sono il prossimo ostacolo sulla strada di un Petrarca che finora non ha perso un colpo, azzannando allo scadere anche un derby giocato maluccio e che sembrava ormai perduto. «Era indubbio che avremmo avuto la difficoltà», riflette coach Anrea Marcato, capo allenatore del Petrarca, «abbiamo avuto quattro giorni di recupero dopo Calvisano, Rovigo due in più. Per necessità abbiamo lavorato poco in campo e anche le energie mentali era difficile recuperarle».

«I primi dieci minuti sono stati terribili, tutti hanno commesso errori», sottolinea, «poi ci siamo ripresi ma è stata dura trovare il ritmo. Però i ragazzi hanno continuato a lottare fino all’ultimo e vincere in quel modo è stata una dimostrazione di volontà e di forza di gruppo importante, specialmente in una situazione non ottimale e contro un Rovigo affamato. Bene così. Per il resto sappiamo dove dobbiamo migliorare» . La prossima trasferta a Colorno? «Partita durissima, con una squadra in forma, fiduciosa, che sta superando le attese generali e ha potuto riposare nel weekend: dovremo giocarla con la massima umiltà». —

Simone Varroto

Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi