Colpo Monselice, l’Armistizio out

La squadra di Simonato si impone con autorità, quinta sconfitta consecutiva per i generosi padovani

padova

Il Monselice sbanca per 3-0 il campo dell’Armistizio Esedra Don Bosco e si rilancia nelle zone alte della classifica del girone C di Promozione. I padroni di casa, dal canto loro, sprofondano sempre più in fondo alla graduatoria e restano ultimi con un solo punto dopo aver collezionato la quinta sconfitta consecutiva. Semplificando all’estremo non è difficile descrivere l’andamento della partita: se sbagli paghi. Anche se crei gioco, lotti e non ti arrendi.


Dal punto di vista della prestazione globale, infatti, l’Armistizio non è dispiaciuto e soprattutto ha dimostrato di non meritare una posizione di classifica così ingenerosa. Ma di fronte a un avversario solido e talentuoso come il Monselice sarebbe servito qualcosa in più in termini di qualità e concretezza. E così ne hanno approfittato i ragazzi di Simonato che hanno vinto con autorità mettendo in mostra per alcuni tratti della partita anche un gioco gradevole e moderno, cercando quando possibile di non buttare mai via il pallone a costo anche di prendersi qualche rischio.

Il Monselice si mette la strada in discesa già nel primo quarto di gara. Grande protagonista è il centravanti Bojan Djordjevic che al 13’fa partire un velenoso tiro-cross dalla sinistra, deviato dal difensore Bensi che insacca nella propria porta. Dopo 6’il gol è invece tutto di Djordjevic, inarrestabile in progressione e freddo nel battere Zanacato in uscita con un pallonetto. L’Armistizio incassa il colpo e prova a reagire, tiene palla ma sbaglia troppo sia in fase di impostazione sia quando riesce ad arrivare in area avversaria. Prima Bertollo calcia a lato in modo sporco da buona posizione, quindi Guzzo arriva a tu per tu con il portiere ma si fa anticipare da Simonato.

Nella ripresa è ancora Guzzo che prova a far male alla retroguardia avversaria, fugge sulla sinistra, entra in area ma si fa respingere un’altra volta la conclusione dal portiere in uscita. Nell’occasione la palla resta vagante in area, Guzzo riesce a riprenderla ma viene fermato ancora da Simonato che in scivolata mette in angolo. L’Armistizio protesta per un presunto rigore che l’arbitro non fischia, dando il là a una decina di minuti nervosi e molto spezzettati, prima che il terzo gol del Monselice faccia calare il sipario sulla sfida.

Al 17’, su azione d’angolo, Zancato respinge corto, sulla sfera si avventa il giovane difensore Rosa che in spaccata mette dentro il suo primo gol stagionale. A quel punto, nonostante l’Armistizio non smetta mai di giocare e di cercare quantomeno il gol della bandiera, qualsiasi velleità di rimonta viene definitivamente archiviata. Ad andare più vicino alla rete, tuttavia, è il Monselice, con Carani che sfiora il poker nel finale.

L’Armistizio esce cupo, sconfitto ma a testa alta. Il Monselice, invece, fa festa assieme ai suoi irriducibili tifosi che anche ieri in trasferta hanno seguito la squadra cantando, tra battiti di mani e tamburi, per tutti i 90 minuti. —





Video del giorno

Il primo Airbus A340 atterra in Antartide, l'impresa epocale della Hi Fly apre la via del turismo

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi