Arrembante e poi ordinato Il Petrarca vince a Ostia

PADOVA

Il Petrarca non si ferma più.


Il roster guidato da Luca Giampaolo fa cinque su cinque e ha la meglio anche di un’arcigna Todis Lido di Ostia. Il 3-2 finale è frutto di un primo tempo arrembante e di una seconda frazione in trincea, la solidità difensiva si è dimostrata il marchio di fabbrica di questo gruppo.

Il Syn-Bios sa benissimo che l’occasione per allungare sul Pesaro è ghiotta (venerdì 1-1 col Manfredonia), l’inizio di gara è arrembante. Rafinha, Victor e Kakà testano subito i riflessi di Di Ponto, dall’altra parte anche Fiuza si rende protagonista sulle scorribande di Poletto e Barra. I petrarchini passano al 7’: Rafinha vince un contrasto nella metà campo avversaria, si presenta a tu per tu con Di Ponto e piazza il destro sotto la traversa. Passano due minuti e stavolta è Guga a trovare la gioia della prima rete in campionato, ben servito da Victor. Finale di frazione in controllo, con il parziale che potrebbe essere più ampio. Dopo 30 secondi della ripresa Kakà viene dimenticato dalla difesa laziale e fa 3-0, sbloccandosi definitivamente, mentre Fiuza è spaventato dalla bordata di Poletto sulla traversa. Da questo momento in poi le fatiche delle cinque gare in 14 giorni si fanno sentire, il Syn-Bios si abbassa e ne esce una grande Todis. Barra e Sanchez riaprono tutto, Cutrupi stampa poi le speranze dei suoi sul palo. Power play ospite negli ultimi tre minuti, ma il muro padovano regge bene e porta a casa un altro successo dal peso specifico enorme. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi