L’ad Bianchi: «Tifosi, tutti allo stadio con la maglia del Padova»

CALCIO SERIE C / campagna abbonamenti chiusa a 1.533 

PADOVA

Si è chiusa a quota 1.533 la mini campagna abbonamenti del Padova per le ultime cinque partite del girone d’andata.


Un dato che soddisfa la società, l’obiettivo minimo è stato superato e il trend è in crescita visto che 1.533 tifosi sono un numero superiore a quella che era stata la media dei paganti per le prime quattro partite giocate all’Euganeo (1.196). La risposta più grande la sia è avuta dal tifo organizzato considerato che la Tribuna Est è risultata quasi sold out con 1.156 abbonamenti sottoscritti. Da gennaio 2022, quindi, si farà un ragionamento diverso, anche sulla base dell’apertura o meno della nuova curva (sarà pronta per l’inizio dell’anno nuovo?) che regalerà una capienza superiore e un appeal maggiore allo stadio.

«Siamo felici della risposta dei tifosi che conferma una tendenza in crescita e l’effetto dei nostri fedelissimi», sorride l’amministratore delegato del Padova, Alessandra Bianchi. «Siamo felici anche perché la consideriamo una testimonianza di fiducia nel lavoro della società e di voglia di tornare allo stadio in maniera continuativa. Mi auguro che in ottica di una riapertura degli stadi al 100 per 100, sempre più persone vengano a seguirci ritrovando le vecchie abitudini». Infine, l’ad lancia un appello: «Ringrazio tutti gli appassionati che si sono abbonati e in particolare il tifo organizzato che ha messo in piedi l’accordo con Macron per gli sconti sulle maglie. Per questo mi piacerebbe vedere tutti i tifosi allo stadio con la maglia del Padova, sarebbe uno splendido colpo d’occhio».

Pavanel, intanto, sta studiando la squadra da opporre domani al Trento, nella quale per cause di forza maggiore ci sarà una grande novità. Per la prima volta dall’inizio della stagione, infatti, dovrà essere ritoccata la coppia di centrali difensivi composta da Valentini e Monaco, che fino a questo momento aveva sempre giocato dal primo minuto.

L’espulsione di Seregno e la conseguente squalifica per un turno di Monaco obbligheranno il tecnico a mettere mano a una difesa che, nell’ultimo periodo, non è stata impeccabile, come dimostrano i sei gol subiti nelle ultime quattro partite, a fronte di uno soltanto nelle prime quattro. Al posto del centrale campano dovrebbe giocare Andrea Gasbarro, che sta trovando la forma migliore e si è già disimpegnato senza affanni da terzino sinistro contro il Seregno. Gasbarro è favorito su Pelagatti che è rientrato in gruppo dopo aver smaltito il problema al piede ma è reduce da tre settimane di stop. Potrebbe cambiare qualcosa anche dalla metà campo in su e non è escluso che Pavanel possa riproporre il modulo con Ronaldo trequartista dietro due punte. In quel caso il brasiliano agirebbe alle spalle di Ceravolo e Chiricò, con Saber, Busellato e Della Latta (o Settembrini) in mezzo al campo. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Strage Salvemini, 31 anni dopo: il corteo dei mille studenti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi