Inzaghi torna all’Olimpico per sfidare il suo passato

Un ritorno da brivido nello stadio dove è cresciuto e si è affermato come giocatore e come allenatore: Simone Inzaghi si presenta all’Olimpico alla guida di un’Inter tosta e resiliente pronta a sfidare i biancocelesti di Maurizio Sarri. Una partita dai mille volti e dalle tante storie, fondamentale per la corsa scudetto.

Inzaghi, a parte le emozioni forti dell’Olimpico, deve fare i conti con il rientro last minute dei sudamericani dagli impegni con le Nazionali. Intanto Sensi sta bene e Correa recupera comunque dall’affaticamento muscolare. Resta il dubbio se puntare sull’argentino e il compagno Lautaro, che potrebbero accusare una certa stanchezza e non avere tempo sufficiente per entrare nel clima della sfida. Le soluzioni alternative ci sono ma Inzaghi si riserverà una decisione solo a ridosso del match.


Nonostante la Lazio sia più giù nella classifica, è un gruppo forte, temibile e ben guidato. Sarri ritrova Immobile ma deve fare a meno di Acerbi, squalificato per due giornate. Centrocampo di qualità con il trio Milinkovic-Savic, Leiva e Luis Alberto.

Crescono le voci – ormai ricorrenti – di una vendita dell’Inter, voci che non trovano per ora riscontri ma che potrebbero influire sull’ambiente. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mapelli, rettrice dell'università di Padova: ecco i due nostri progettti in area Piovego

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi