Citta, Benedetti profetizza: «Con la Spal non vedrete barricate»

Diego Zilio / CITTADELLA

Amedeo Benedetti, ha visto che a dirigere Cittadella-Spal, domenica sera, ci sarà una donna?


«Sì, ma sinceramente conto sul fatto che non cambi nulla», risponde il terzino sinistro granata.

La notizia, lo ammetterà, c’è: è la prima volta per voi. Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno è in assoluto la seconda donna designata per una partita del campionato cadetto.

«L’anno scorso avevamo avuto una guardalinee nella terna, ma come arbitro vero e proprio è la prima, sì. Capisco il significato anche simbolico della cosa ma, per dire, in spogliatoio non ne abbiamo parlato. La questione non è ovviamente se è un uomo o una donna, ma se è brava o no».

Quindi, per capirci, esclude che possa cambiare qualcosa nell’atteggiamento di voi giocatori.

«Penso proprio che non ci siano differenza. E se lei ha dimostrato sul campo di meritarsi questa opportunità è giusto che trovi spazio.Ho visto che ha diretto anche in Champions League femminile, quindi ha maturato un’esperienza importante».

In che tipo di partita si troverà, secondo lei?

«La Spal punta molto sul possesso palla e ha qualità soprattutto fra centrocampo e attacco, con quel Colombo che mi piace molto. Né noi né loro siamo abituati a fare barricate».

Tornerete in campo dopo la sosta e l’ultima volta, a Cremona, non è andata troppo bene.

«Ma credo che quel ko sia stato frutto del caso. Loro hanno segnato due volte su due, ma la partita l’avevamo fatta noi. Non credo che c’entri la pausa. Anzi, questa sosta ci ha consentito di recuperare energie e di ritrovare anche Danzi, che ha ripreso ad allenarsi dopo l’infortunio alla caviglia avuto a Frosinone».

Servirà una prova di quel tenore anche domenica.

«Servirà giocare da Cittadella. A Frosinone abbiamo disputato un’ottima partita, evitando quegli errori individuali che ci erano costati le due sconfitte precedenti. Abbiamo avuto diverse occasioni per segnare ancora».

Lei è l’unico “superstite” del Citta risalito dalla Serie C alla B nel primo anno di Venturato. Da veterano, chi l’ha sorpresa di più fra i nuovi?

«Di Okwonkwo sapevo che avesse qualità ma non me l’aspettavo così determinante. Ha grandi prospettive e credo gli abbia giovato il cambio di ruolo, che esalta la sua velocità. Ma pure le qualità di Antonucci si conoscevano: colpisce come sappia vedere la giocata prima degli altri».

Intanto la Lega B ha diramato le date delle prossime partite di tutto il mese di dicembre: il Citta sarà ad Alessandria domenica 5 dicembre alle 20.30; riceverà l’Ascoli sabato 11 alle 14; sarà a Brescia domenica 19 sempre alle 14; a Santo Stefano ospiterà il Cosenza alle 15, mentre mercoledì 29 dicembre il girone di ritorno scatterà a Vicenza, alle 17. —

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi