Boix salva l’Este da un Montebelluna padrone del campo

I trevigiani dominano il primo tempo: vantaggio di Fasan e raddoppio sfiorato Nella ripresa i giallorossi sfoderano la grinta: prodezza dello spagnolo per l’1-1

este

Secondo risultato utile di fila per l’Este, che pareggia 1-1 in casa contro il Montebelluna. Mai in partita nel primo tempo, i giallorossi raddrizzano la sfida nella ripresa grazie al terzo timbro in campionato di Boix, reggendo nel finale il ritorno rabbioso degli avversari. È un punto che muove la classifica, ma la prestazione non può lasciare soddisfatto mister De Mozzi: c’è molto da lavorare sul piano del palleggio, della compattezza e dell’atteggiamento.


Subito pimpanti gli ospiti trevigiani a inizio gara. Al 12’ Fasan intercetta il rinvio con le mani di Peixoto e prova a beffarlo con un pallonetto, mancando di poco il bersaglio. La replica dei padroni di casa è affidata a Mourelo, che si invola sulla sinistra e fa partire un insidioso tiro-cross che si perde di poco sul fondo. Da questo momento in poi il Montebelluna prende le redini del match e mette all’angolo i giallorossi, che appaiono in grande difficoltà sia sul piano fisico sia su quello tecnico. Al 16’ opportunità clamorosa per la formazione della Marca: Fasan si libera sul filo del fuorigioco e scarica addosso al portiere, quindi Ndreca sulla respinta della difesa calcia fuori misura. Gli uomini di mister Bordin macinano gioco, saltano gli avversari con facilità quasi irrisoria e arrivano spesso al tiro.

Il gol è nell’aria e arriva al 27’. A firmarlo lo scatenato Fasan, abile a raccogliere la sfera al limite dell’area, a evitare l’intervento del diretto marcatore e a trafiggere Peixoto con un missile che si insacca sotto la traversa. I padroni di casa barcollano e il Montebelluna va vicinissimo al raddoppio: Longato, imbeccato dal solito Fasan, non inquadra la porta per questione di centimetri. Al riposo è 1-0 per gli ospiti, ma la sensazione è che il parziale potesse essere più pesante. Nel secondo tempo la squadra di De Mozzi sale di tono, aumentando l’aggressività sui portatori di palla avversari. Al 2’ Boix manca di un nulla l’impatto vincente a pochi metri dalla porta sull’ottimo invito di Piccardi. Trascorrono cinque minuti e l’attaccante spagnolo pareggia svettando sui difensori trevigiani nel cuore dell’area piccola: 1-1.

I giallorossi provano a metterci più grinta e al 15’Espinar conclude alto dalla lunga distanza. Superato il momento critico, al 22’ gli ospiti tornano a farsi vivi dalle parti di Peixoto: la capocciata di Ndreca, però, è imprecisa. Al 26’ altro brivido, ma Fasan spedisce alle stelle da ottima posizione. Risponde l’Este al 32’con il traversone basso di Caccin per Hoxha, che in spaccata non riesce a indirizzare verso la porta.

Nel finale i padroni di casa vanno di nuovo in difficoltà sulla pressione dei trevigiani: al 48’ è il neoentrato Baggio ad avere la chance del 2-1, ma la sua deviazione volante sfiora soltanto il palo. Sul capovolgimento di fronte Tescaro tenta di pescare il jolly di testa: Ruggiu alza sopra la traversa. Termina in parità e per i giallorossi è senza dubbio un punto guadagnato. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi