Campodarsego divertente e goloso Este divorato, tutto nel secondo tempo

Equilibrata la prima parte della gara, ma a inizio ripresa Solinas apre le danze: pari di Matas, poi la furia degli ospiti 

ESTE.

Comincia con il piede giusto la stagione del Campodarsego, che travolge 4-1 l’Este.


Accade tutto nel secondo tempo: la squadra di Masitto appare più determinata, sfrutta al meglio le fragilità difensive dei giallorossi e dilaga nel finale, mettendo in cassaforte il passaggio del turno di Coppa Italia.

Il primo squillo del match è dei padroni di casa: il tentativo a giro di Boix non inquadra il bersaglio (4’). Potrebbe essere il preludio di 45 minuti vivaci, invece la gara si spegne quasi subito con tanti errori di costruzione da entrambe le parti.

Perché il match si riaccenda bisogna attendere fino a dopo la mezz’ora: gli ospiti reclamano il calcio di rigore per un presunto tocco di mano di Said in area. Al 38’ replica l’Este: bella combinazione tra Matas e Olonisakin, quest’ultimo va alla conclusione trovando però la pronta risposta di Fortin in angolo.

Trascorre un minuto e Addiego fa partire un tiro velenoso dalla lunga distanza: Anomerianakis respinge in affanno.

Allo scadere grande occasione per i giallorossi. Bordi pennella su punizione per la testa di Boix che, dimenticato dalla difesa biancorossa, spedisce oltre la traversa.

Il match però compie la sua vera e sorprendente svolta in avvio di ripresa.

A sbloccare l’impasse dopo un rapido recupero palla del Campodarsego ci pensa Solinas, il cui diagonale non dà scampo al portiere di casa (1’).

A quel punto la squadra di De Mozzi cerca immediatamente di reagire e al 3’ Boix manca di poco il pareggio sugli sviluppi di un corner.

Al 10’ comunque è già 1-1. Sulla respinta di pugni di Fortin interviene Matas: dal limite lo spagnolo inventa di testa un pregevole pallonetto che si insacca sotto l’incrocio.

L’equilibrio dura però una manciata di minuti. A romperlo è il capolavoro di Oneto, bravo a colpire al volo da fuori area sugli sviluppi di angolo per il 2-1 ospite (17’). Al 21’ Campodarsego vicino alla terza marcatura con il neo entrato Cogola, la cui capocciata sottomisura viene deviata sul fondo da un difensore atestino. Al 28’ Colombi, da ottima posizione, non riesce a imprimere forza alla sfera, che viene neutralizzata senza patemi da Anomerianakis.

I padroni di casa accusano la stanchezza e faticano a creare pericoli per la porta di Fortin.

Ci prova Zanetti al 37’ con un tiro a giro che però termina comodo tra le braccia dell’estremo difensore ospite.

Gli uomini di Masitto, allora, chiudono i conti: al 38’ Buratto regala a Colombi un pallone al bacio e stavolta l’attaccante biancorosso, di testa, non fallisce. Il sigillo finale è opera dello stesso Buratto, la cui stoccata dal vertice destro dell’area gonfia ancora la rete (46’).

Non può ovviamente essere soddisfatto il tecnico dell’Este De Mozzi: «Con questa scoppola oggi i nostri avversari ci hanno dato il benvenuto nella nuova stagione di serie D. Complimenti a loro, ci hanno messo più determinazione di noi». Per mister Masitto il Campodarsego deve crescere ancora: «C’è davvero tanto da lavorare. Siamo una squadra in costruzione, mi è piaciuta la reazione del secondo tempo dopo una prima frazione sottotono». —

Davide Permunian



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Strage Salvemini, 31 anni dopo: il corteo dei mille studenti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi