Una padovana campionessa E’ Laura Barzon: «Ho chiesto di tirare io il primo rigore»

PADOVA

C’è una sola padovana che sorride.


È Laura Barzon, in vasca per l’Orizzonte Catania, freddissima nel trasformare il rigore che ha aperto la sequenza, proprio come era stata glaciale domenica pomeriggio in gara4. Destino particolare il suo. Il papà, Andrea, è il direttore sportivo del Plebiscito. A fine partita le va incontro e le fa i complimenti. Tifava per l’Antenore, ovviamente, ma non può che essere orgoglioso di Laura, che due anni fa ha lasciato la città del Santo per accumulare esperienza, prima a Tenerife e ora in Sicilia. «Con papà non ci siamo sentiti prima della finale, gli ho solo scritto un messaggio in mattinata», rivela lei. «Cosa c’era scritto? Solo questo: comunque vada a finire questo sport ci ha dato tanto». La numero 6 dell’Orizzonte confessa che «ero molto nervosa, soprattutto nelle prime due gare, tornando in questa piscina in cui sono cresciuta e a cui sono molto legata. Il rigore? Ho chiesto io di poter tiare il primo anche stavolta, perché la nostra allenatrice ha chiesto chi voleva farlo e io mi sentivo di trascinare le compagne». Pure l’ex capitana azzurra Elisa Queirolo ha trascinato la sua squadra, guidandola nella rimonta: «All’inizio eravamo assenti», commenta sconsolata. «Poi siamo entrate in partita e abbiamo dato spettacolo, sia noi sia loro. Complimenti alle giocatrici dell’Orizzonte, perché sono state più tenaci e determinate di noi. Bene anche noi dal punto di vista caratteriale, e questo mitiga un po’ la frustrazione per la sconfitta». In tribuna il presidente del Plebiscito Dimitri Barbiero si rammarica: «Peccato che la Federazione abbia deciso di far terminare con i rigori le gare in parità e non con i tempi supplementari. In questa finale si sono viste due squadre fuori categoria rispetto al resto del campionato italiano». Al suo fianco l’assessore Diego Bonavina sperava in un esito diverso: «Ma queste ragazze meritano soltanto applausi, sono state comunque straordinarie».

D.Z.

Video del giorno

Roma, stazione Termini: poliziotto spara alle gambe di un sospetto durante un fermo

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi