Work Service, magico weekend Trionfi per Di Benedetto e Russo

La squadra di matrice padovana ha piazzato le prime zampate di successo nel veronese e in Toscana. Anche due terzi posti grazie a Mion e Zecchin

Andrea Fin / PADOVA

E' stato un weekend magico per la Work Service di patron Massimo Levorato che ha brillato sulle strade di tutta Italia conquistando due straordinari successi. Sabato a Sant'Ambrogio di Valpolicella (Vr) è arrivato il primo squillo stagionale per la Work Service Marchiol Vega grazie allo spunto vincente di Stefano Di Benedetto: il friulano di San Daniele del Friuli (Ud), classe 1998, ha piazzato la prima zampata del 2021 al termine di una prova veloce e molto combattuta. Nel concitato finale di gara in leggera ascesa, i ragazzi diretti nell'occasione da Mirco Lorenzetto e Biagio Conte hanno svolto un ottimo lavoro lanciando uno sprint perfetto a Di Benedetto che, sulla retta d'arrivo, è stato bravo a sprintare spalla a spalla con il vincitore della passata edizione della corsa scaligera, il veronese Cristian Rocchetta (General Store) e a precederlo sulla fettuccia bianca, per pochi centimetri, con un colpo di reni magistrale.


Il verdetto del fotofinish, favorevole a Di Benedetto, ha regalato così la prima gioia stagionale alla formazione continental di matrice padovana; un successo che testimonia l'ottima e graduale crescita di tutto il gruppo bianco-rosso-blu. "Sono felicissimo per questa vittoria. Voglio ringraziare tutta la squadra che mi ha pilotato in maniera straordinaria sino agli ultimi 200 metri" ha spiegato Stefano Di Benedetto. "Questa vittoria voglio dedicarla alla squadra, alla mia famiglia e a Silvia Piccini che ha trovato la morte in allenamento sulle strade dove vivo e mi alleno spesso anche io. Il successo di oggi è un pò anche suo".

Il primo maggio da leoni è stato completato dal successo di Vincenzo Russo tra gli juniores: il portacolori della Work Service Speedy Bike, nonostante la forte pioggia, si è imposto allo sprint sul traguardo di Massa precedendo il compagno di colori Andrea Raccagni Noviero. Quarto, invece, Luca Tornaboni della stessa società.

Ieri sul circuito di Orsago (Tv), ancora un doppio podio per la formazione patavina: nella gara riservata agli juniores disputata al mattino, Samuele Mion ha chiuso al terzo posto. Stesso piazzamento per Michael Zecchin nel pomeriggio, quando erano di scena gli Under 23. Sempre ieri gli juniores della Work Service Speedy Bike sono stati protagonisti anche a Ponte a Egola con Federico Savino in avanscoperta per oltre 50 chilometri, ripreso solo nel finale di gara. Sul traguardo pisano sono poi arrivati il quinto di Luca Tornaboni, il sesto di Tommaso Panicucci e l'ottavo di Andrea Raccagni Noviero. Nell'internazionale Circuito del Porto di Cremona, invece, da segnalare il settimo posto di Davide Boscaro (Colpack Ballan) e il nono di Riccardo Bobbo (Work Service Marchiol Vega). —



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi