Covi: «Il mio grazie a quelli che hanno giocato poco»

PADOVA

Sprizza soddisfazione il direttore sportivo dell'Argos, Corrado Covi che, da ex capitano, sa bene quanto conti dare sfogo a chi ha fame di campo. «Bisogna ringraziare tutti i ragazzi, soprattutto quelli che hanno giocato poco», sottolinea Covi, «nella programmazione iniziale c'era l'idea di allungare la rosa per poter impiegare in Serie A, con la seconda squadra, chi aveva meno spazio. Purtroppo per lo stop degli altri campionati questi giocatori hanno avuto poche occasioni per giocare e quindi di farsi trovare pronti quando convocati. Ciò nonostante hanno sempre tenuto alti impegno e rendimento. Con Colorno si è visto. C'era un po' di ruggine ma tutti ci hanno messo grande entusiasmo. Quindi bravi e complimenti, al di là del risultato». Meglio aver trovato il Valorugby in semifinale? «Se l'obiettivo finale è quello di provare a vincere il campionato, comunque due su tre le devi battere», riflette il diesse, «Potrebbe sembrare l'abbinamento migliore, ma si riparte da zero e il Valorugby sa giocare ad alta intensità». —


si. va

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi