A Verona i giovani made in Kioene oggi i playoff quinto posto

PADOVA

Orgoglio veneto.


In vista del derby in casa della Nbv Verona, stasera alle 19.30 all’Agsm Forum scaligero (diretta web su Eleven Sports), vale la pena di rimarcare una statistica perlomeno curiosa, che riguarda la capacità di valorizzare i giovani del territorio anche in prima squadra.

Se nella stagione che si concluderà con questi “playoff per il quinto posto” si contano ben 10 atleti italiani su 14 nel roster della Kioene, di questi ben 9 sono veneti. Partendo dai padovani Leonardo Ferrato, Mattia Gottardo, Nicolò Casaro e Andrea Canella, si passa dal trevigiano Sebastiano Milan e dal veneziano Francesco Fusaro, per arrivare ai vicentini Marco Volpato, Mattia Bottolo e Pietro Merlo. Elementi che non sono lì soltanto a rimpolpare l’organico, ma che, al contrario, proprio in questa appendice del campionato hanno avuto modo di mettersi in mostra, tanto da realizzare l’en plein nel match con Ravenna, quando, per alcuni scampoli della gara, in campo si sono contati sette giocatori “nostrani” su sette.

Difficile dire se su 73 campionati di Serie A si sia mai verificata una situazione del genere, ma di sicuro è un bel segnale dato a tutto il territorio.

Peraltro la linea verde sta pagando: nessuno chiede alla Kioene di imporsi in questi playoff, ma intanto Padova dopo tre partite è davanti alla stessa Verona, costruita con un budget ben diverso rispetto al suo.

«Ci attende un’altra sfida tosta, con una squadra che ha voglia di fare punti», commenta uno dei padovani doc, il centrale Andrea Canella. «Non sappiamo se la Nbv schiererà tutti i suoi titolari, ma punteremo a giocare alla pari. Abbiamo voglia di confermarci e raccogliere il più possibile anche in un campo difficile come quello di Verona. Mentalmente siamo carichi».

Entrambi i club si presentano dopo aver colto la prima vittoria in questa fase: la Kioene ha impartito il 3-0 a Vibo Valentia, mentre Verona ha beffato Ravenna al tie break. Nei due precedenti stagionali ad avere la meglio sono stati i patavini. Esiste un precedente legato a una competizione anomala come i playoff quinto posto: nella semifinale 2017/18 le due squadre si sono equivalse vincendo una partita a testa, ma Padova ha passato il turno nella bagarre del Golden Set.



D.Z.

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi