PAGELLE

7 SABER Il primo gol è in gran parte suo vista la foga con la quale va a mordere l’avversario fino ai limiti dell’area piccola. Ad Arezzo aveva riposato e si vede da quanto corre in ogni parte del campo.

6 M. MANDORLINI Ossigeno nei minuti conclusivi.


7 RONALDO Il Padova gira che è una meraviglia e lui non deve fare gli straordinari. Ma se il Padova gira che è una meraviglia il merito è anche della sua regia sapiente.

6 HALLFREDSSON La buona notizia è il suo rientro in discreta forma.

7 DELLA LATTA Anche se non segna è decisivo per la scarica di energia che mette su tutti i palloni, da quelli che va a sradicare agli avversari a quelli che gioca per le punte.

6.5 JELENIC Si smarca spesso, non lesina le sgroppate e prova anche ad andare al tiro.

6.5 PELAGATTI Un ingresso magari passato sotto traccia ma decisivo per contenere la reazione del Sudtirol.

6 SOLERI Purtroppo entra quando il Padova deve pensare a difendere.

6.5 BIFULCO C’è anche il suo marchio nella prima travolgente mezz’ora del Padova. Un marchio fatto di serpentine, lotta e rincorse agli avversari.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi