Luparense si illude poi black out difesa Delta fa il colpaccio

Una gara dai due volti. Sblocca il Porto Tolle, grande reazione rossoblù: De Angelis  e Venitucci ribaltano. Nella ripresa la squadra polesana si scatena e timbra il 3-2

SAN MARTINO DI LUPARI

Brutto scivolone della Luparense, sconfitta 3-2 al “Casee” da un ottimo Delta Porto Tolle capace di mettere in costante difficoltà la retroguardia di casa e alla fine vittoriosa con merito. Brusco risveglio dei rossoblù: galvanizzati dal successo nel derby, non sono riusciti a ripetersi. Ottima reazione nel primo tempo, con la rimonta firmata De Angelis/Venitucci, poi il black out incomprensibile ad inizio ripresa e la mancata reazione dopo lo svantaggio. Il Delta si gode un Abrefah onnipresente, mentre i Lupi oggi devono fare i conti con una difesa non all’altezza: troppi buchi che hanno favorito le scorribande polesane. Tanto nervosismo e frustrazione, vedi giallo a Menato e rosso a Pozza: sabato prossimo a Carlino la reazione è d’obbligo.


bOTTA E RISPOSTA NEL PRIMO TEMPO

La prima occasione, dopo un corner, porta la firma di Beccaro, su cui Mascolo si oppone bene in tuffo. Al 13’ i rodigini pungono: svarione difensivo, Bacchin e Barone entrano in contrasto, quest’ultimo ha la meglio, ringrazia e deposita nella porta sguarnita il vantaggio per i suoi. Il Delta ha addirittura due occasioni per raddoppiare, entrambe con Raimondi: prima Bacchin risponde alla grande, poi il numero 11 calcia clamorosamente largo a porta vuota dopo un’invenzione di Barone (30’). I rossoblu si svegliano sul finire della prima frazione e, al 38’, pervengono al pareggio con De Angelis, bravo ad insaccare in tap in dopo la staffilata di Menato finita sulla traversa. Ad un minuto dall’intervallo Venitucci vince un contrasto sulla trequarti, calcia dai 25 metri e sorprende Mascolo all’angolino. Rimonta completata e squadre negli spogliatoi sul vantaggio sanmartinaro.

BACCHIN POCO REATTIVO TRA I PALI

In avvio di ripresa il Delta si rende protagonista della controrimonta: uno/due micidiale messo a segno da Abrefah, chirurgico col destro da centro area, e da Acquistapace, bravo a schiacciare il pallone di sinistro beffando Bacchin. Nell’occasione il portiere rossoblù, poco reattivo, è ingannato dal beffardo rimbalzo del pallone. Ne segue uno sviluppo di match in cui i Lupi faticano terribilmente a costruire, l’ingresso di Pozza non sortisce gli effetti sperati e l’intensità dei polesani nella zona nevralgica costringe Zanini a cambiare qualcosa. Fracaro prova a dare la scossa, ma è molto in ombra e non si rende quasi mai pericoloso. Passata la mezz’ora del secondo tempo è De Angelis a sfiorare il punto del 3-3, ma il suo destro al volo dal limite termina a centimetri dal palo sinistro della porta biancoblù.

l’ultima chance è per menato

Il Delta ha qualche occasione in contropiede per chiuderla, ma non la sfrutta bene e i rossoblu, anche se in affanno, chiudono gli spazi. Al 41’si fa vivo Menato, che si esibisce con uno spettacolare tacco volante e non inquadra la porta per pochissimo. Il cronometro continua a scorrere e l’ultima emozione degna di cronaca giunge al 48’: gomitata di Pozza ai danni di un avversario e rosso diretto per l’ex Este, che salterà la trasferta di Carlino. Notte fonda per i Lupi, che devono immediatamente voltare pagina. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi