È un Valgatara che morde, buon punto per l’Abano

Nella ripresa la zampata di Ferrarese illude i padroni di casa ma i veronesi acciuffano il pari e nel finale “graziano” Morandi

bresseo

Un pareggio giusto in una partita combattuta e incerta dall’inizio alla fine. Può sorridere l’Abano, che, dopo la roboante vittoria infrasettimanale contro un avversario diretto nelle zone basse di classifica (8-2 in casa contro il fanalino di coda San Martino Speme), trova il secondo risultato utile consecutivo contro un avversario non facile come il Valgatara. Una partita più intensa nel primo tempo con tante occasioni da rete ma nessun gol, più confusa e assai meno entusiasmante nel secondo, dove però sono arrivate le reti.




Parte subito bene l’Abano che si fa vedere al 6’con la punizione dal limite dell’area di Ferrarese, rasoterra e centrale facile preda per Cantarelli. La risposta degli ospiti al 12’con il tirocross di Rambaldo, allontanato quasi sulla linea di porta da Manuel Cecconello. Al 16’altra punizione dal limite dell’area per l’Abano: Tresoldi calcia forte sul palo del portiere, ma Cantarelli non si fa sorprendere e mette in angolo. Una ventina di minuti dopo, occasione per il Valgatara con il bel filtrante di Zamboni per Speri, Morandi chiude in uscita. Nello stesso minuto si va dall’altra parte, Ferrarese calcia con Cantarelli battuto, un compagno di squadra salva il portiere ospite allontanando il pallone. Al 43’ difesa dell’Abano addormentata su una rimessa laterale battuta velocemente, Bonetti si trova da solo e indisturbato in area piccola ma calcia incredibilmente a lato, strozzando troppo la conclusione sul primo palo. La botta secca dalla distanza del solito Ferrarese messa in angolo dall’ottimo Cantarelli, chiude un primo tempo decisamente divertente e ben giocato dalle due squadre.



Al rientro dalla pausa subito vantaggio per i padroni di casa: al 1’, la conclusione d’esterno sul secondo palo di Ferrarese è bella e precisa, e per il trequartista dell’Abano arriva il quarto gol nelle ultime tre partite. Al 4’ reazione degli ospiti con la punizione di Zamboni ben parata da Morandi, al 13 ’il pareggio del Valgatara: l’esperto classe ’81 Lallo consegna una palla meravigliosa per il taglio alle spalle dei difensori di Bonetti, l’attaccante vince un rimpallo con Morandi e poi deposita a porta vuota per l’esultanza dei compagni. Non succede nulla per quasi mezz’ora: palla che rimbalza inutilmente da una parte all’altra, centrocampisti priv della possibilità di creare gioco.



Al 42’ però l’occasione per il Valgatara è enorme: ancora una palla a tagliare la difesa, stavolta di Zamboni, Tommasi forse credendosi in fuorigioco si “spaventa” e appoggia debolmente tra le mani di un incredulo Morandi, bravo poi a blindare il pari in uscita su Recchia. I sei minuti di recupero non aggiungono più nulla ad un buon punto per l’Abano. —

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi