Il Cittadella non gioca e così perde la vetta Covid anche nel Venezia

CITTADELLA

Il Citta perde la vetta, ma, anche senza giocare, rimane in zona promozione. Per quanto sia prematuro soffermarsi sulla classifica, è questo il bilancio del quinto turno del campionato di Serie B, che ha visto Iori e compagni rimanere alla finestra dopo il rinvio a data da destinarsi della trasferta in casa della Reggiana, flagellata da 11 positività al Covid fra i propri giocatori. Gli uomini di Venturato ne hanno approfittato per svolgere un allenamento in più ieri mattina, con ampio spazio a una partitella interna, mentre oggi avranno un giorno di riposo. Le altre, come detto, hanno invece giocato, ad eccezione di Virtus Entella e Venezia, il cui confronto è stato a sua volta spostato a sabato 14 novembre (data che potrebbe tornar buona anche per il recupero del Cittadella) a causa del caso di positività emerso nelle file lagunari dopo i tamponi pre-gara. Due squadre hanno superato i granata, che, rimanendo a 10 punti, scivolano al terzo posto. L’Empoli già nell’anticipo di venerdì è volato in vetta a quota 13, imponendosi per 3-1 nel derby toscano col Pisa (gol di Moreo a pareggiare l’iniziale vantaggio di Masucci e doppietta di La Mantia). Seconda piazza per la Salernitana, che sale a 11 superando quasi allo scadere l’Ascoli, con il neoentrato Anderson. Il Citta guida con la migliore differenza reti il terzetto delle squadre appaiate sull’ultimo gradino del podio, sul quale stanno anche Chievo e Frosinone. Proprio dal Chievo arriva il risultato più pesante del turno, con la scorribanda in casa del Monza, che paga l’espulsione di Barillà e viene battuto 1-2 grazie a una doppietta di Djordjevic. Ancora senza successi il Vicenza, sconfitto 3-2 dalla Spal con un rigore di Castro nel recupero, e il Pordenone, a cui non basta il solito Diaw, a segno nel 2-2 con la Reggina. —


D.Z.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi