Petrarca, venti casi di Covid Rinviato match con Calvisano

PADOVA

Era cosa certa, ieri è arrivata l'ufficialità. Il match di Coppa Italia tra Calvisano e Petrarca, che si sarebbe dovuto giocare domani sul campo dei bresciani, è stato rinviato su richiesta della società patavina dopo aver riscontrato una ventina di casi di giocatori positivi al tampone per Covid-19.


«La Federazione Italiana Rugby informa di aver ricevuto e accolto la richiesta di rinvio dell’incontro Kawasaki Robot Calvisano e Argos Petrarca Padova, originariamente in programma sabato 24 ottobre e valido per il secondo turno della Coppa Italia 2020/21», si legge nel sito federale, «Il rinvio è stato richiesto, in conformità al vigente protocollo federale per la ripresa dell'attività agonistica, in virtù delle positività al COVID-19 rilevate nella rosa della prima squadra dell’Argos Petrarca Padova».

Oltre che la partita di Coppa Italia, torneo in cui i tuttoneri di Padova hanno esordito battendo 53-12 l'Hbs Colorno, la quarantena e l'isolamento imposto ai giocatori dell'Argos dopo l'esito dei tamponi mette a rischio anche il debutto in campionato, previsto per sabato 31 ottobre a Piacenza contro il Lyons. La formazione emiliana sarà impegnata domani a Reggio Emilia con il Valorugby, in una delle due partite di Coppa Italia che si giocheranno regolarmente (l'altra è Hbs Colorno-Fiamme Oro, inserite nel Girone 2 con Petrarca, Calvisano e Lazio). Oltre a Kawasaki-Argos è stato rinviato il derby veneto Rovigo-Mogliano, per la positività di alcuni giocatori della formazione trevisana. Nel frattempo la Fir ha deciso di rinviare di due settimane la partenza dei campionati nazionali, mantenendo invariata solo quella del Peroni Top 10 al 31 ottobre. La delibera di ieri riprogramma la partenza di Serie A Maschile e Femminile al 22 novembre e quella di Serie B e Serie C Girone 1 al 29 novembre. "Tutte le altre attività, organizzate dai Comitati Regionali - Serie C Girone 2, U18 Elite, U18 Regionale M/F, U16 M/F, U14 M/F, Coppa Italia Femminile - avranno inizio il 6 dicembre, analogamente alle attività propaganda e amatoriali", specifica la Fir.

«Insieme ai colleghi consiglieri abbiamo ritenuto necessario riconsiderare le date d'avvio dei nostri campionati nazionali e regionali, in attesa di poter misurare l’effetto delle recenti misure che il Governo ha adottato per contenere la recrudescenza della pandemia», ha dichiarato il presidente federale Alfredo Gavazzi, «Valuteremo ulteriori modifiche ai calendari sulla base degli sviluppi della pandemia». —

Simone Varroto

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi