La Roma soffre ma nella ripresa riesce a ribaltare lo Young Boys

La Roma di Europa League soffre, va sotto dal dischetto al 14’ con Nsame e rischia sotto la pioggia di Berna. Finché Paulo Fonseca, dopo qualche minuto della ripresa, decide di inserire Mkhitaryan e Dzeko, due che a queste latitudini fanno una grossa differenza. Sono loro gli autori degli assist che permettono a Bruno Peres (69’) e Kumbulla (73’) di rovesciare il risultato e portare i primi tre punti. Ma quanto è opaco il primo tempo della Roma.

I giallorossi, con 9/11 diversi rispetto alla sfida di campionato col Benevento, non trovano le giuste misure agli svizzeri. Incertezze tattiche punite al 14’, quando Cristante pecca d’ingenuità sul tentativo di dribbling di Rieder. Il centrocampista svizzero va a terra e l’arbitro fischia il rigore, trasformato Nsame. A inizio ripresa la manovra della Roma resta imballata e, attorno al quarto d’ora, il tecnico Fonseca realizza che lasciare ancora in panchina i pezzi da 90 lo sta portando a un inatteso ko. —


Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi