Coppa Italia, il Padova elimina il Frosinone

Padroni di casa in vantaggio con Tabanelli al 19', poi la rimonta dei Biancoscudati grazie a una doppietta di Della Latta e a una rete di Soleri. Nel prossimo turno ci sarà la Fiorentina

FROSINONE. Una reazione di carattere racchiusa in poco più di venti minuti, grande determinazione per tutta la partita e una spaventosa solidità mostrata nel secondo tempo per non far rientrare l’avversario. Ci sarebbe anche un pizzico di fortuna, ma quella se la costruiscono solo grandi squadre. E questo Padova lo è. Perché non è facile sovvertire un pronostico in gara secca, come non è facile battere in casa propria un Frosinone (continua il tabù Stirpe) desideroso di riscattare il ko in campionato con l’Empoli.

I canarini passano anche in vantaggio a metà primo tempo, ma il gol lampo di Della Latta, la rete di Soleri alla mezz’ora e il tris ancora del centrocampista prima dell’intervallo hanno indirizzato il passaggio del turno sul binario biancoscudato.

E così fra meno di un mese gli uomini di Mandorlini saranno di scena al Franchi contro la Fiorentina, per una serata storica e di livello. Un obiettivo che il Padova si è meritato al termine di 90’ ben giocati a Frosinone. Già, perché anche prima che il risultato si sbloccasse a fare la partita era stata la squadra ospite, con buone trame e anche diverse occasioni, con Valentini, Germano e soprattutto Soleri, scelto come unico terminale offensivo da Mandorlini.

Fa tutto il Padova, compreso il gol giallazzurro che nasce da una palla persa in uscita dagli ospiti, con Ardemagni che serve Tabanelli a porta vuota. Un 1-0 tanto facile quanto effimero, perché i veneti in men che non si dica trovano la rete del pareggio al termine di una bella azione rifinita da Soleri e realizzata da Della Latta. I due che decideranno l’incontro.

La partita si fa bella ed interessante, anche il Frosinone si iscrive alla stessa e rischia di ripassare alla mezz’ora: Vannucchi, con l’aiuto del palo, si supera sulla punizione di Ciano e anche sul tap-in di Ardemagni. Un intervento fondamentale, alla luce del vantaggio che il Padova costruisce pochi minuti più tardi con una gran giocata personale di Soleri che fulmina Iacobucci. E sulle ali dell’entusiasmo l’undici di Mandorlini trova anche il tris, ancora con Della Latta che al secondo tentativo, dopo una parata del portiere giallazzurro, porta il Padova sul doppio vantaggio ad un soffio dall’intervallo.

La ripresa si apre all’insegna del forcing del Frosinone, e sarà più o meno tutta a tinte giallazzurre. Ma ci mancherebbe. Iacobucci si salva dopo 9’ su Fazzi, poi sale in cattedra Ciano che colpisce per la seconda volta il montante al 19’. Sul legno si infrangono le speranze di rimonta del Frosinone, rese vane nel finale anche da un paio di interventi provvidenziali di Vannucchi.

Video del giorno

Oro a Jacobs e Tamberi, la festa a Casa Italia: Federica Pellegrini scatenata

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi