Citta, ecco il talento Awua «Sono una mezzala che può fare tutto»

LAVARONE (TRENTO)

Si dice che Marchetti abbia pensato di prenderlo dopo averlo visto nella sfida di campionato de 20 giugno e il diretto interessato lo conferma. «Il mio arrivo a Cittadella? Sì, se ne parlava da prima che finisse la stagione. Il procuratore mi ha chiamato per dirmi che c’era un interesse, ma poi non ho più sentito nulla. E quando è riemerso ho detto subito sì, perché so di essere arrivato in una società seria, che da quando sono in Italia ho sempre seguito: è l’ambiente giusto in cui può crescere un giovane».


Lui è Theophilus Awua, Theo per tutti, e sabato scorso ha giocato il suo primo spezzone di partita con i nuovi compagni, nel 2-1 al Sudtirol che ha chiuso la prima settimana di lavoro a Lavarone. Nigeriano, giunto in prestito dallo Spezia, che crede in lui al punto di aver preteso il diritto di controriscatto sul contratto che lo lega al Citta, dice di ispirarsi al brasiliano del Real Madrid Casemiro. Si esprime in un italiano fluente, d’altra parte ormai è nel Belpaese da quattro anni, avendo iniziato la sua avventura nello Stivale dalle giovanili dell’Inter. «Sono partito dalla Primavera nerazzurra, eravamo una grande squadra. Ci allenava Vecchi, in rosa c’erano tanti calciatori forti, su tutti Pinamonti, che oggi gioca in serie A, e Gravillon, ma anche Carraro, che è passato all’Atalanta». Oltre a quella del club della famiglia Gabrielli aveva altre richieste, «ma quando è emersa questa ho lasciato perdere le altre. Prima di firmare ho trascorso una giornata intera con Marchetti per venire a capo della trattativa con lo Spezia e alla fine eravamo tutti felici. Le mie caratteristiche? Mi vedo come una mezzala che può fare tutto: difendo e attacco, ho tanta corsa e mi piace inserirmi, quando possibile. Il prossimo campionato? Ci attende un anno difficile, guardando le squadre salite dalla C e quelle scese dalla A viene da dire che il livello si è alzato». Intanto, ieri è stato diramato il calendario della Tim Cup per la squadra Primavera di Maurizio Rossi, che debutterà il 23 settembre a Venezia, mentre nel turno successivo potrebbe incrociare la vincente di Verona-Pordenone. Ufficializzati anche i calendari dell’under 17 (esordirà il 27 settembre a Milano con l’Inter) e di Under 16 e Under 15, che partiranno una settimana dopo sempre da Milano, ma sponda rossonera. —

D.Z.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi