Cittadella, la beffa più atroce: eliminato al 121' minuto

Playoff, un gol di Ciano nel recupero del secondo supplementare manda avanti il Frosinone e condanna i padroni di casa: addio serie A

CITTADELLA. La sfida infinita è ciociara, il Frosinone beffa il Cittadella all’ultimo minuto dei supplementari e vola in semifinale. Servono 120 minuti, più altri complessivi 10 di recupero, per proiettare avanti gli uomini di Nesta, che rimontano l’iniziale doppietta di Diaw. Il 2-3 maturato al Tombolato manda Ciano e soci a incrociare il Pordenone. Al 6’ Brighenti sbaglia a scegliere il tempo in scivolata su Rosafio e l’arbitro Sozza non ha dubbi e assegna il rigore, certificato anche dall’occhio del Var, presente per questi spareggi: Diaw firma l’1-0 dal dischetto. Al 46’ il raddoppio, ancora di Diaw, che chiude con un destro al volo in spaccata una perfetta ripartenza sull’asse D’Urso-Rosafio: 2-0.

Gara chiusa? Macché. Al 4’ di recupero Haas recupera un pallone al limite e serve in area Salvi, che si infila e batte Paleari con un destro chirurgico: 2-1. A inizio ripresa la nuova svolta: Dionisi riceve palla al vertice dell’area, si accentra e sfodera un destro a giro imprendibile: 2-2. Il Citta coglie due pali, con Branca e Benedetti, Paleari si supera su Novakovich, si lotta e ci si scalda.

Sembra finita, poi Ciano, ancora lui, si inventa una bordata all’incrocio. 2-3, e sorpasso su un Citta generoso ma poco bravo a gestire la partita. Una beffa atroce.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi