Il Cittadella parte con lo Spezia, i derby veneti serviti a Natale

I calendari di serie B: i granata incontreranno il Chievo il 21 dicembre in casa e il Venezia in trasferta il giorno di Santo Stefano. Il dg Marchetti: «Un avvio di stagione complicato»

CITTADELLA. Esordio in casa, proprio contro quello Spezia con cui iniziò anche l’avventura playoff della scorsa stagione. Il Cittadella debutterà così nella Serie B 2019-2020, sabato 24 agosto.

La prima trasferta, sette giorni dopo, sarà invece a Benevento: e anche qui il sorteggio si è divertito a mettere di fronte agli uomini di Venturato un’altra rivale battuta negli spareggi-promozione dello scorso torneo, in un campo come il Vigorito, ostico come pochi, ma che riporta alla mente un ricordo piacevole per i tifosi granata come il 3-0 del 25 maggio.

Definirlo un avvio complicato non rende nemmeno l’idea, perché nelle prime 5 giornate del calendario sorteggiato ieri sera ad Ascoli ci sono anche l’Empoli, da affrontare in Toscana, e il Pescara, al Tombolato. La stagione regolare terminerà invece a Chiavari, città della Virtus Entella, il 14 maggio.



NATALE DI DERBY

Il campionato inizierà in realtà con l’anticipo serale di venerdì 23 agosto fra Pisa e Benevento. Il torneo prevede quattro turni infrasettimanali: martedì 24 settembre, con il Cittadella che riceverà appunto il Pescara, martedì 29 ottobre (al Tombolato col Livorno), martedì 3 marzo (a Cosenza) e martedì 21 aprile (a Salerno). Si giocherà anche a Pasquetta, lunedì 13 aprile, con Iori e compagni a Pisa.

Confermato il format natalizio che ha riscontrato tanto successo a livello di pubblico: dopo il 21 dicembre (derby col Chievo al Tombolato) si scende in campo per il cosiddetto boxing day del 26 dicembre, che prevede l’altro derby, col Venezia, e domenica 29 dicembre, ultimo turno del girone d’andata, mentre la sosta invernale è prevista dal 30 dicembre al 18 gennaio 2020 in concomitanza con il ritorno.

Nell’elaborare il calendario non sono state previste “teste di serie”, per cui tutte le squadre potevano incontrarsi anche alla prima o all’ultima giornata, senza “divieti”. Tra i criteri di cui si è tenuto conto, il fatto che nelle ultime quattro giornate le gare in casa fossero perfettamente alternate a quelle in trasferta e che, in generale, non vi fossero più di due coppie di incontri consecutivi in casa o in trasferta per girone.

IN SALITA

«È una partenza difficilissima. Incontreremo subito squadre molto importanti, ma, come si dice sempre, prima o dopo bisogna incontrarle tutte, per cui, al di là del nome delle avversarie che ci troveremo di fronte, conterà l’approccio che avremo», commenta il direttore generale Stefano Marchetti. I riflettori sono puntati anche sul finale, con i due derby veneti e l’Entella. «Sarà l’evolversi del campionato a dire che tipo di partite saranno le ultime. E in ogni caso, lo sappiamo, in Serie B di gare semplici non ce ne sono, per cui andremo in campo senza fare calcoli e sapendo che tutto dipenderà da noi».

LA CERIMONIA

A ospitare la cerimonia del sorteggio il Chiostro di San Francesco, uno dei luoghi più suggestivi di Ascoli. È il 90° compleanno della Serie B e l’88ma edizione del campionato (mancano infatti le stagioni 1943/44 e 1944/45, non disputate a causa della guerra). Per questo motivo nel corso della serata, condotta dai giornalisti Monica Bertini e Marco Amabili, alla presenza dei vertici del calcio nazionale, dal presidente federale Gravina a quello di Lega Balata, è stato presentato un logo speciale per celebrare l’anniversario.

È stato inoltre mostrato al pubblico il nuovo pallone ufficiale Kappa, di quello che, come dice il suo slogan, resta “Il campionato degli italiani”, oltre che dei giovani. Lo ribadiscono i numeri: nella scorsa stagione il 40% dei calciatori scesi in campo era under 21, il 71,5% italiano. Anche in questa stagione, la seconda, BKT accompagnerà la Lega B sponsorizzando il torneo: il colosso internazionale Balkrishna Industries Limited (Bkt), con sede a Mumbai, in India, è un produttore leader nel mercato degli pneumatici.

Nell’occasione, la Lega B ha anche confermato il suo impegno per il sociale, attraverso il progetto “B come Bambini”, rivolto alle famiglie dei piccoli pazienti ricoverati presso i tre più importanti ospedali pediatrici italiani, il Bambino Gesù, il Gaslini e il Meyer. —
 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi