Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Trofeo delle Terme il Bam detta le regole e costringe il Guerriero alla resa finale

L’Abano Montegrotto bissa il successo nella quinta edizione della quadrangolare per squadre di C Gold e C Silver disputata al Pala Berta 

montegrotto terme

L’Abano Montegrotto bissa il successo nella quinta edizione del Trofeo delle Terme, quadrangolare per squadre di C Gold e C Silver che tra venerdì e sabato ha visto impegnate al Pala Berta anche Guerriero Padova, Felmac Limena e Virtus Resana. Come l’anno scorso, il Bam l’ha spuntata in finale sul Guerriero (70-66). Il match ha visto i termali sempre condurre i giochi (anche in doppia cifra) nei quarti centrali, ma nell’ultima frazione i padovani si sono rifatti sotto operan ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

montegrotto terme

L’Abano Montegrotto bissa il successo nella quinta edizione del Trofeo delle Terme, quadrangolare per squadre di C Gold e C Silver che tra venerdì e sabato ha visto impegnate al Pala Berta anche Guerriero Padova, Felmac Limena e Virtus Resana. Come l’anno scorso, il Bam l’ha spuntata in finale sul Guerriero (70-66). Il match ha visto i termali sempre condurre i giochi (anche in doppia cifra) nei quarti centrali, ma nell’ultima frazione i padovani si sono rifatti sotto operando il sorpasso (53-54). Le squadre hanno proceduto a braccetto fino agli ultimi 13 secondi, quando l’1/2 di Chinellato dalla lunetta e un’invasione fischiata dagli arbitri sul secondo libero ha deciso le sorti della sfida. «Il trofeo delle Terme è sempre una piacevole ricorrenza stagionale», spiega Alberto Anselmi, tecnico del Bam, «Anche quest’anno ci sono state una buona risposta del pubblico e delle squadre, che hanno dato vita a partite molto tirate. Abbiamo vinto due gare vere contro avversarie con caratteristiche diverse, dimostrando capacità di adattamento in situazioni differenti. La nostra è una squadra interessante, ma deve fare uno step mentale in termini di costanza e durezza agonistica». Anche Christian Augusti, coach del Guerriero Padova, richiama i suoi a un maggiore agonismo: «Senza Contin e Di Falco eravamo corti e abbiamo dovuto tenere in panchina Andreaus e Chinellato per falli. Mi aspetto però che i giovani giochino più duramente. Se non aumentiamo l’intensità e mostriamo mentalità, sarà difficile salvarsi in campionato». Nella finalina di consolazione, il Felmac Limena ha battuto la Virtus Resana con un punteggio quasi speculare (70-64). In semifinale entrambe le formazioni avevano dovuto cedere di misura rispettivamente a Bam (58-52) e Guerriero (77-74). A premiare le squadre sono stati Flavio Camporese, Biagio De Salvo e Roberto Dalla Bona del Bam. —

M.R.