Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Este e Campodarsego trovano un girone triveneto

PadovaTutto confermato. O quasi, visto che, se per le due formazioni padovane di Serie D – Campodarsego ed Este - il girone C rappresentava una formalità, la sorpresa è stata tutta nel numero delle...

Padova

Tutto confermato. O quasi, visto che, se per le due formazioni padovane di Serie D – Campodarsego ed Este - il girone C rappresentava una formalità, la sorpresa è stata tutta nel numero delle squadre, 18 e non 20 come si vociferava da settimane. Ieri la Lega Nazionale Dilettanti ha annunciato i raggruppamenti della quarta serie con una diretta sulla pagina Facebook. Alla fine, ad “abbandonare” il gruppone pronosticato sono state le veronesi Ambrosiana, Legnago e Villafranca, inserite n ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Padova

Tutto confermato. O quasi, visto che, se per le due formazioni padovane di Serie D – Campodarsego ed Este - il girone C rappresentava una formalità, la sorpresa è stata tutta nel numero delle squadre, 18 e non 20 come si vociferava da settimane. Ieri la Lega Nazionale Dilettanti ha annunciato i raggruppamenti della quarta serie con una diretta sulla pagina Facebook. Alla fine, ad “abbandonare” il gruppone pronosticato sono state le veronesi Ambrosiana, Legnago e Villafranca, inserite nel girone B (Lombardia). Con i Gabbiani e i giallorossi ci saranno dunque tre compagini friulane, Chions, Cjarlins Muzane e Tamai, due trentine (Trento e Levico Terme), due altoatesine (St. Georgen e Virtus Bolzano) e, per quanto riguarda le venete, oltre al Montebelluna (che rappresenterà la provincia di Treviso) ci saranno due rodigine (Delta Porto Tolle e Adriese), due vicentine (Arzignano Valchiampo e Cartigliano), due bellunesi (Belluno e Union Feltre) e due veneziane (Clodiense e Sandonà). «Ci aspettavamo tutti il girone a 20 squadre», ammette a caldo il tecnico del Campodarsego Antonio Paganin.

«In più, la mancanza di una corazzata - come lo erano negli anni scorsi Pordenone, Triestina, Mestre o Venezia - rende il tutto molto più equilibrato». Lo slittamento dell’inizio del campionato (in agenda per domenica 16 settembre) e le tantissime notizie che si sono rincorse e smentite negli ultimi mesi fra reclami, ripescaggi e ritardi influiranno, secondo Paganin, sulle primissime giornate: «Per vedere le candidate alla vetta uscire allo scoperto bisognerà aspettare almeno cinque turni», spiega. «Di sicuro sarà un campionato molto complesso e senza partite facili». Le considerazioni dell’allenatore dell’Este Nicola Zanini non si discostano molto da quelle del collega: «Sarà un campionato all’insegna dell’equilibrio», le sue parole. «Non ci sarà il Cesena di turno, ma nemmeno una squadra “materasso”». «A mio parere», prosegue l’ex Vicenza. «Ci sono quattro o cinque compagini, fra le quali Trento, Adriese, Campodarsego e Delta che hanno speso più delle altre sul mercato e, sulla carta, partono favorite». —

Francesco Vigato