Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Petrarca fatica con i diavoli poi prende le misure e vince

Sul campo del Valorugby Emilia il secondo test pre-campionato finisce 10-21 Favaro nel primo tempo poi Broggin e Francescato in meta per l’Argos

REGGIO EMILIA

Pur privo di parecchie pedine importanti l'Argos Petrarca esce vincitore dall'amichevole di Reggio.

Sabato sera al centro sportivo di Crocetta Canalina, quartier generale del Valorugby Emilia, i tuttoneri di Marcato e Allori si sono imposti 21-10 nel secondo test pre-campionato pur faticando molto prima di prendere il sopravvento sui padroni di casa. I campioni d'Italia, scesi in campo senza i vari Acosta, Fadalti, Grigolon, Michieletto, Rizzo, Su’a (tutti indisponibili), Lamar ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA

Pur privo di parecchie pedine importanti l'Argos Petrarca esce vincitore dall'amichevole di Reggio.

Sabato sera al centro sportivo di Crocetta Canalina, quartier generale del Valorugby Emilia, i tuttoneri di Marcato e Allori si sono imposti 21-10 nel secondo test pre-campionato pur faticando molto prima di prendere il sopravvento sui padroni di casa. I campioni d'Italia, scesi in campo senza i vari Acosta, Fadalti, Grigolon, Michieletto, Rizzo, Su’a (tutti indisponibili), Lamaro (permit con il Benetton Treviso), Trotta e Zini (in raduno con l'Italia Seven), hanno avuto la meglio su una formazione da non sottovalutare, che ha dimostrato tutta la sua solidità contenendo le sfuriate patavine e dando fiera battaglia con il suo pacchetto di mischia.

Sono stati proprio i diavoli reggiani a passare in vantaggio per primi. I rossoneri allenati da Manghi si sono fatti sentire subito sfruttando una combinazione al piede dell'ispirato Rodríguez, che con un perfetto calcio ad incrociare ha servito l'ala Paletta, abile ad anticipare in salto Coppo per poi tuffarsi in meta. Il Valorugby Emilia ha tenuto il piede sull'acceleratore per tutta la prima parte di gara, mancando la meta in un altro paio di occasioni solo per la buona organizzazione difensiva del Petrarca, che ha dovuto attendere oltre la mezzora di gioco prima di rispondere a tono.

Sugli sviluppi di un'azione arrembante giunta fin sotto i pali i tuttoneri hanno aperto al largo sul lato sinistro riuscendo a trovare il varco giusto con Francesco Favaro. La successiva trasformazione realizzata da Menniti-Ippolito ha permesso al Petrarca di chiudere in vantaggio minimo (5-7) la prima frazione di gioco, condita da nervosismo e qualche colpo proibito di troppo, che ha convinto l'arbitro Clara Munarini ad estrarre il giallo nei confronti di Cannone e Quaranta per reciproche scorrettezze.

La ripresa

Nel secondo dei due tempi da quaranta minuti (con water break dopo 20' e cambi liberi) i campioni d'Italia hanno cambiato marcia, riuscendo nel giro di un quarto d'ora a scavare un margine di sicurezza sugli agguerriti emiliani. Una bella iniziativa dell'argentino Riera ha permesso al giovane Broggin (prestito dal Rubano) di segnare la sua prima meta in tuttonero. Poi è toccato al Francescato infilare la retroguardia avversaria, trovando lo spazio per la fuga solitaria da una rimessa laterale. Il Valorugby Emilia non ha mollato la presa, rimettendosi in carreggiata con una meta in bandierina segnata da Costella al 20’. L'ultimo quarto di partita ha visto il Petrarca insediarsi quasi stabilmente nella metà campo degli emiliani, senza però riuscire a segnare. Sabato prossimo il Petrarca giocherà a Udine, contro il S.Donà, per il torneo "Il Giorno degli Angeli". —

Simone Varroto