Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cittadella, continua a sognare ma il Crotone non farà sconti

Alle 21 il debutto in campionato, in difesa si parte con la coppia Drudi-Adorni Mister Venturato: «Abbiamo mantenuto la nostra identità, loro sono ambiziosi» 

CITTADELLA

Rivoluzione nella continuità. È cambiata metà della rosa rispetto alla scorsa stagione, ma il Citta vuole continuare a stupire. Un desiderio inculcato dal suo allenatore, Roberto Venturato, che, con la partita di stasera contro il Crotone del suo amico Stroppa, inizierà il quarto campionato consecutivo sulla panchina granata (nei tre precedenti una promozione dalla Serie C e due approdi ai playoff, scusate se è poco…), statistica che fa di lui il tecnico da più tempo alla guida d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA

Rivoluzione nella continuità. È cambiata metà della rosa rispetto alla scorsa stagione, ma il Citta vuole continuare a stupire. Un desiderio inculcato dal suo allenatore, Roberto Venturato, che, con la partita di stasera contro il Crotone del suo amico Stroppa, inizierà il quarto campionato consecutivo sulla panchina granata (nei tre precedenti una promozione dalla Serie C e due approdi ai playoff, scusate se è poco…), statistica che fa di lui il tecnico da più tempo alla guida della stessa squadra fra quelli del torneo cadetto. Si ricomincia e, per la verità, c’è già la prima tegola di cui tener conto, con l’infortunio di Camigliano, vittima di uno stiramento al flessore della coscia sinistra che lo costringerà a rimanere ai box almeno per un mese, con Frare chiamato a velocizzare il suo rientro dalla fascite plantare che l’ha bloccato negli scorsi giorni. Scontato quindi l’impiego di Drudi accanto ad Adorni nel cuore della retroguardia e pochi i dubbi negli altri reparti, con la formazione che, dalla cintola in su, dovrebbe ricalcare quella vista nell’amichevole di Tombolo di domenica scorsa.



Davanti c’è subito un test più che probante. «Il Crotone ha mantenuto la rosa che nella passata stagione ha sfiorato la salvezza in Serie A: di fronte avremo una delle squadre più quotate in ottica promozione», afferma Venturato, che ieri pomeriggio ha anticipato la seduta di rifinitura con l’analisi video della formazione calabrese. «D’altra parte questo campionato parte con tante pretendenti ambiziose e, se la situazione rimarrà quella attuale, con meno partite a disposizione, ogni gara diventerà “la più importante in assoluto”. Servirà la capacità di saper vivere ogni partita come se fosse l’ultima, anche se siamo solo alla prima».



Nei pronostici dei media nazionali, il Cittadella parte indietro, come spesso è accaduto anche in passato. Smentirà tutti anche stavolta? «È ovvio che nella griglia di partenza i favori siano per chi ha speso di più. Per quanto ci riguarda abbiamo mantenuto la nostra identità, cercando giocatori che non sono molto conosciuti ma che hanno le qualità per provare a imporsi. Il nostro primo grande obiettivo deve per forza essere quello di raggiungere la salvezza, cercando di conservare le nostre caratteristiche, quelle di una squadra che vuole provare a giocarsela sempre. Se arriverà qualcosa di più sarà un sogno, ma prima di parlarne pensiamo a mettere punti in classifica». Da quanto si è visto nelle prime uscite del Crotone, Stroppa rinuncerà al 4-3-3 che adottava nelle scorse stagioni, puntando su un duttile 3-5-2. «Ma già al Sudtirol e nell’ultima parte dello scorso campionato al Foggia aveva utilizzato questo modulo. E, comunque, indipendentemente dallo schieramento, ha sempre fatto giocare un calcio propositivo alle sue squadre».



I botteghini del Tombolato apriranno alle 19 e, per l’occasione, sarà possibile anche sottoscrivere l’abbonamento. Poi, finalmente, sarà il campo a parlare. —