Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un’ambiziosa Luparense pronta alla scalata in D Intanto c’è la Coppa Italia

Non pesa la doppia sconfitta ai rigori subita al triangolare  Cunico soddisfatto per la dura preparazione atletica

SAN MARTINO DI LUPARI

Il triangolare di Castelbaldo ha visto la Luparense sconfitta due volte ai rigori, sia contro il CastelbaldoMasi (Promozione) sia contro la Primavera dell'Hellas Verona.

Campanello d'allarme? Assolutamente no. La squadra di mister Cunico, infatti, arriva da una preparazione molto dura ma che ha riscontrato una grande predisposizione al sacrificio da parte di un gruppo nuovo che si sta integrando molto bene con l'idea di calcio del proprio allenatore; è comprensibile qui ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN MARTINO DI LUPARI

Il triangolare di Castelbaldo ha visto la Luparense sconfitta due volte ai rigori, sia contro il CastelbaldoMasi (Promozione) sia contro la Primavera dell'Hellas Verona.

Campanello d'allarme? Assolutamente no. La squadra di mister Cunico, infatti, arriva da una preparazione molto dura ma che ha riscontrato una grande predisposizione al sacrificio da parte di un gruppo nuovo che si sta integrando molto bene con l'idea di calcio del proprio allenatore; è comprensibile quindi che le gambe siano un po' imballate e, in ogni caso, c'è da scommettere che i Lupi arriveranno prontissimi al primo appuntamento in Coppa Italia fissato per domenica 26 agosto.

Sabato è arrivato uno 0-0 nei tempi regolamentari contro il Castelbaldo ed uno spumeggiante 2-2 contro i baby scaligeri, frutto dei gol del classe 2000 Savio e dell'esperto Roberto Rondon.

Enrico Cunico può comunque essere soddisfatto per l'impegno dimostrato da suoi ragazzi in fase di preparazione, d'altronde il gruppo è stato costruito proprio sulle indicazioni del tecnico di Caldogno che, nomi alla mano, può contare su una vera e propria corazzata per la stagione che sta per iniziare. Sono arrivati attaccanti del calibro di Pietribiasi, Baido, Rondon e Fantinato, non dimenticando il 2000 Denis Mesi che sta stupendo per atleticità e doti realizzative, a centrocampo ci sono, tra gli altri, Tresoldi (ex Este), Beccaro (ex Campodarsego), Tessari e il riconfermatissimo Spadari, in difesa spiccano infine i nomi dell'ex Genoa e Triestina Marchiori e del giovane Gentile ex Primavera del Cittadella.

Parliamo di una contraerea che l'allenatore vicentino sta plasmando pensando prima di tutto alla costruzione del gruppo. I rossoblù, contrariamente alle previsioni, sono stati inseriti nel gruppo B e, ai nastri di partenza, partono con i favori del pronostico grazie alla sontuosa campagna acquisti del Ds Castellan. Le avversarie che potrebbero dare del filo da torcere sono Mestre, Treviso, Portomansuè e Liapiave, tutte compagini che hanno spinto Cunico a parlare di una piccola Serie D per valori qualitativi. Il primato nel girone di Coppa sarà invece conteso da Valbrenta e Tombolo Vigontina e, con la neonata squadra tombolana, verrà dato vita ad un derby che nell'Alta Padovana manca da decenni. Al via i Lupi partono con un solo obiettivo, dichiarato a più riprese: la promozione in Serie D. —

Lorenzo Aluigi