Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dainese diventa l’uomo dei sogni e scommette sul Tour de l’Avenir

PADOVA Tour de l’Avenir, basta come sempre soltanto il nome per evocare l’importanza della gara ciclistica a tappe, regina della categoria Under 23. La Nazionale azzurra, impegnata da oggi fino al 26...

PADOVA

Tour de l’Avenir, basta come sempre soltanto il nome per evocare l’importanza della gara ciclistica a tappe, regina della categoria Under 23. La Nazionale azzurra, impegnata da oggi fino al 26 agosto alla corsa oltralpe, può contare anche su Alberto Dainese, 20enne di Abano Terme approdato quest’anno alla Zalf e laureatosi lo scorso giugno vicecampione italiano a Taino (Varese). Velocista di razza, si sta esprimendo ad altissimi livelli: nel 2018 ha già inanellato 5 vittorie, 2 second ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA

Tour de l’Avenir, basta come sempre soltanto il nome per evocare l’importanza della gara ciclistica a tappe, regina della categoria Under 23. La Nazionale azzurra, impegnata da oggi fino al 26 agosto alla corsa oltralpe, può contare anche su Alberto Dainese, 20enne di Abano Terme approdato quest’anno alla Zalf e laureatosi lo scorso giugno vicecampione italiano a Taino (Varese). Velocista di razza, si sta esprimendo ad altissimi livelli: nel 2018 ha già inanellato 5 vittorie, 2 secondi posti e una terza posizione, oltre a svariati piazzamenti. Il Tour de l’Avenir, classicone giunto alla sua 55esima edizione, potrebbe segnare la sua definitiva consacrazione. Gli azzurri del ct Amadori partono con grandi ambizioni, anche se non sarà facile. Il “Giro del Futuro” vanta 10 tappe, compresa una cronosquadre a Orlèans da 20 km, ma a differenza dell’anno passato mancherà la giornata di riposo. Al posto del giorno di sosta è stata inserita una frazione in linea da Moutiers a Méribel con partenza in salita vero Montagny, poi discesa, e ultimi 12,2 chilometri con una pendenza media del 6.9% per un totale di 35,9 km. Assieme a Dainese gareggeranno sulle strade francesi il compagno di squadra alla Zalf, Samuele Battistella, il campione tricolore Edoardo Affini (Seg Racing Academy), Alessandro Covi (Team Colpack) e Christian Scaroni (Petroli Firenze Hopplà Maserati). A proposito di Battistella, qualcuno ricorderà quando appena un paio d’anni or sono trionfava alla Classica delle Due Province Noventa-Enego. Per la cronaca, la 13esima edizione della corsa, organizzata dal Gc Noventana, è stata stravinta pochi giorni fa da Karel Vacek (Team Giorgi), che ha rifilato 1’10’’ ad Alessio Zanei (Campana Imballaggi) e 2’35’’ ad Alessio Acco (Work Service Romagnano), rispettivamente secondo e terzo classificato. Un focus bisogna infine farlo anche sui pro-Continental, dove Filippo Fortin si è dimostrato inarrestabile in occasione dell’ultima frazione del Czech Tour. Il corridore di Pernumia, che veste i colori austriaci del Team Felbermayr-Simplon Wels, ha bruciato tutti in una volata regale, precedendo in particolare Andrea Guardini (Bardiani) e il ceco Frantisek Sisr (Sprandi Polkowice). —

Mattia Rossetto