Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Luparense ricarica le batterie Cunico: «Pronti a fare bene»

sAN martino di lupariLa Luparense, dopo aver chiuso il ritiro di Mezzano con il roboante 14-0 all’Us Primiero, termina la prima parte di allenamenti della stagione. Dopo la amichevole di ieri...

sAN martino di lupari

La Luparense, dopo aver chiuso il ritiro di Mezzano con il roboante 14-0 all’Us Primiero, termina la prima parte di allenamenti della stagione. Dopo la amichevole di ieri pomeriggio contro la Primavera del Padova vinta (4-1) a Fontaniva, la truppa di mister Cunico ricaricherà le batterie con tre giorni di riposo. I Lupi si ritroveranno giovedì 16 per riprendere a sudare in vista dell’esordio in Coppa Italia del 26 agosto. «Devo dire che sono soddisfatto del lavoro svolto ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

sAN martino di lupari

La Luparense, dopo aver chiuso il ritiro di Mezzano con il roboante 14-0 all’Us Primiero, termina la prima parte di allenamenti della stagione. Dopo la amichevole di ieri pomeriggio contro la Primavera del Padova vinta (4-1) a Fontaniva, la truppa di mister Cunico ricaricherà le batterie con tre giorni di riposo. I Lupi si ritroveranno giovedì 16 per riprendere a sudare in vista dell’esordio in Coppa Italia del 26 agosto. «Devo dire che sono soddisfatto del lavoro svolto finora. I ragazzi hanno dimostrato di seguirmi fin dall’inizio e intorno alla squadra c’è un clima molto positivo», commenta Cunico. «I valori tecnici sono importanti, è innegabile, ma la cosa più positiva è l’amalgama che si sta creando. Ritengo fondamentale la costruzione di un collettivo e per ora va benissimo così».

L’allenatore vicentino spiega i carichi di lavoro: «Veniamo da 16 giorni di allenamenti continui e, con queste temperature, non è stato facile mantenere un determinato livello. L’abnegazione è stata però totale e ciò ha permesso di svolgere un lavoro importante sia sul piano tattico che fisico. Il test di giovedì con il Primiero è stato molto indicativo perché, oltre al risultato, si è visto quanto i ragazzi stiano provando a fare ciò che facciamo negli allenamenti». E prosegue: «Sono contento anche dei giovani che stanno rispondendo molto bene all’appello». E sui gironi: «Siamo finiti nel Trevigiano-Veneziano e non vediamo l’ora di cominciare. Incontreremo squadre attrezzate che hanno un’intelaiatura da categoria superiore, per questo il girone B lo definisco una piccola Serie D. La stagione sarà lunga e faticosa e speriamo di andare avanti anche in Coppa: ci stiamo preparando per il 26». –

Lorenzo Aluigi