Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Janus Nova è sulle spine e attende ancora il verdetto

SELVAZZANOSono ore di trepidante attesa in casa Janus Nova 2017. Il club di Selvazzano Dentro attende il ripescaggio: il salto in Promozione potrebbe essere cosa fatta entro pochi giorni.La questione...

SELVAZZANO

Sono ore di trepidante attesa in casa Janus Nova 2017. Il club di Selvazzano Dentro attende il ripescaggio: il salto in Promozione potrebbe essere cosa fatta entro pochi giorni.

La questione riguarda infatti il ripescaggio del Villafranca in Serie D che a sua volta farebbe spazio in Eccellenza, con un effetto domino che coinvolgerebbe anche la formazione ororossonera. La società del cavalier Giuseppe Piovan solo a metà agosto saprà se potrà competere in Promozione o se rimarrà in Pr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SELVAZZANO

Sono ore di trepidante attesa in casa Janus Nova 2017. Il club di Selvazzano Dentro attende il ripescaggio: il salto in Promozione potrebbe essere cosa fatta entro pochi giorni.

La questione riguarda infatti il ripescaggio del Villafranca in Serie D che a sua volta farebbe spazio in Eccellenza, con un effetto domino che coinvolgerebbe anche la formazione ororossonera. La società del cavalier Giuseppe Piovan solo a metà agosto saprà se potrà competere in Promozione o se rimarrà in Prima Categoria e si vuole far trovare pronta. Lo spiegano le parole di Michelangiolo Caudullo, che assieme al fratello Leopoldo, è sponsor e dirigente. «C’è un po d'impazienza ma ormai ci siamo. Credo che lunedì o martedì al massimo, sapremo». Nessun timore nella costruzione della squadra: «In realtà consideriamo questa squadra pronta per far bene qualsiasi sia la categoria. A mio avviso la differenza non è cosi grande tra Promozione e Prima Categoria. Noi abbiamo una rosa di 22 giocatori; abbiamo introdotto un terzo fuori quota per l'ipotetico ripescaggio. Noi ci siamo, con qualche cambiamento, ma la base era solida». Anche in Promozione, la società punta ad una posizione di vertice: «Abbiamo fiducia nel nostro organico e pensiamo di potercela giocare. La nostra è una società ambiziosa che ha tutte le carte in regola per far bene anche un gradino più in su. Non facciamo proclami perché la decisione spetta alla Federazione; e finché non sarà ufficiale noi ci prepareremo ad affrontare la Prima Categoria». —

Alberto Locatelli