Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Trionfano Adria, Ascaro e Campodoro

Uisp, la festa delle finali del Campionato interprovinciale Misto alla palestra “Ilaria Alpi”

PADOVA. Per il 35° Campionato di volley Misto Uisp di Padova l’ultimo appuntamento ha chiuso i “lavori” di un’intera stagione, molto intensa, partita nello scorso ottobre. Nello splendido impianto “Ilaria Alpi” di via Lucca a Padova, si è celebrata la giornata delle finali dei campionati delle serie Open, A/2 e A/1, oltre alla finalina per il terzo e quarto posto di A/1. Una ricca cornice di pubblico ha avvolto e supportato tutte le squadre durante lo svolgimento degli incontri, confermando ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Per il 35° Campionato di volley Misto Uisp di Padova l’ultimo appuntamento ha chiuso i “lavori” di un’intera stagione, molto intensa, partita nello scorso ottobre. Nello splendido impianto “Ilaria Alpi” di via Lucca a Padova, si è celebrata la giornata delle finali dei campionati delle serie Open, A/2 e A/1, oltre alla finalina per il terzo e quarto posto di A/1. Una ricca cornice di pubblico ha avvolto e supportato tutte le squadre durante lo svolgimento degli incontri, confermando l’enorme popolarità e il seguito che questi campionati amatoriali hanno raggiunto a livello interprovinciale. Ben 4 infatti le provincie rappresentate: Vicenza, Rovigo, Venezia e Padova, quest’ultima anche sede del comitato organizzatore.

La prima finale disputata ha riguardato la categoria Open che ha visto contendersi il trofeo il Campodoro, proveniente dall’omonima località, e l’Establue, terza squadra della ormai consolidata società Estavolley di Cittadella. La vittoria finale è andata al Campodoro dopo una vera battaglia a suon di schiacciate e notevoli performance di gioco che non poteva non finire al quinto set dopo le “classiche” due ore previste dal rally point system.

Congratulazioni vivissime al Campodoro per la conquista del titolo interprovinciale e all’Esstablue per averlo conteso con sportiva tenacia sono state espresse dal presidente del Comitato Uisp di Padova, Claudio Boato. Il secondo incontro di finale ha riguardato la Serie A/2 ed ha visto fronteggiarsi la Rambla Volley di Marsango e l’Ascaro Volley di Rovigo, dominatrici dei rispettivi gironi della stagione regolare. Questo incontro ha visto prevalere in maniera netta, ben oltre le aspettative, il team rodigino capitanato da Federico Longo, alla prima partecipazione a questa manifestazione, impostosi nettamente per 3 a 0, consegnando nelle mani del capitano l’ambito trofeo. Nata un po’ per gioco, questa squadra in pochi anni ha raggiunto traguardi positivamente imprevisti sorprendendo anche i suoi fondatori.

Il terzo incontro, valevole per il terzo gradino del podio della Serie A/1, ha visto prevalere l’Estavolley di Cittadella sulla Serenissima Volley di Pianiga (Venezia) dopo una bella partita, in cui le squadre hanno anche accordato la giusta passerella finale a tutti gli atleti delle due formazioni, a coronamento di una splendida stagione sportiva. Per la Serenissima, giunta ai piedi del podio, ha ritirato il premio il coach Paolo Pasqualato, premiato dal designatore arbitrale Claudio Belluco.

L’ultimo incontro, il più atteso da tutto il movimento, è stata la finalissima della categoria regina, e ha visto confrontarsi i pluricampioni del Fenix Marsango, dominatori incontrastati delle ultime due stagioni, e il Va.Lore Adria, forte compagine della provincia rodigina che si è conquistata il diritto di disputare la finale sconfiggendo i “senatori” che da un lustro consecutivo erano stati protagonisti, con alterne fortune, ovvero l’Estavolley. I Va.Lorosi hanno avuto ragione delle Fenici in 4 set, dopo una partita calda e spettacolare giocata davanti agli spalti del PalaUisp gremiti di tifosi, ed hanno quindi conquistato il titolo più ambito di campione interprovinciali Uisp 2017/2018.

Encomiabile iniziativa del comitato di Padova, che ha devoluto in beneficenza all’associazione Valentina Penello Onlus l’intero importo (corrispondente a 375 euro) delle sanzioni disciplinari comminate alle società in questa stagione, in occasione delle loro (contenute) intemperanze. Premiazioni a cura del presidente del comitato territoriale Boato e del coordinatore dell’attività di pallavolo Gian Rodolfo Bazza. È rimasto anche lo spazio per premiare la società più longeva, che partecipa ininterrottamente dall'inizio dell'avventura al campionato amatoriale: si tratta del Brenta 3.

Hanno ritirato il premio Concezio Bombonati e Patrizia Canovaro, fondatori e ideatori di questo campionato. Presente anche Dario Toniolo, che con la squadra denominata Portello ha conquistato il primo campionato, nell'ormai lontano 1984.

Premi individuali: arbitro Franco Ruscitti alla carriera; migliori giocatori A/1 Suhaila Zaidan (El Gaucho), Vito Conte (Seven Village); A/2 Michela Morano (Esta Volta), Paolo Mongillo (Bkr), Rosa Carrara (Real Padova), Fabio Libero (Giarre).

La squadra vincente ha partecipato di diritto ai Campionati nazionali di Rimini per la conquista del tricolore, ed altre vi hanno partecipato “a invito” per la Coppa Italia nazionale.